Home Rimborso Tasse Universitarie illegittime (aa.a.2008-2013)

Rimborso Tasse Universitarie illegittime (aa.a.2008-2013)

RICORSO

Rimborso tasse universitarie illegittime

L’Italia è il terzo Paese europeo per tassazione universitaria più alta, oltretutto una tassazione spesso anche fuori legge.

Senza saperlo, infatti, numerosi studenti universitari hanno versato nel corso degli anni tasse per importi superiori a quelli previsti dalla legge.

Moltissimi Atenei italiani, infatti, hanno imposto agli studenti tasse troppo alte che dovranno essere rimborsate.

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

Può ricorrere per il rimborso delle tasse universitarie illegittime chi abbia frequentato uno degli Atenei italiani “fuorilegge” negli anni accademici  dal 2008/2009 sino a giungere al 2012/2013.

Tasse universitarie illegittime: di seguito riportiamo l’elenco delle percentuali di rimborso distinte per Ateneo ed anno accademico.

Università di Bergamo

In media l’Università ha chiesto agli studenti il 45 % in più rispetto al dovuto e precisamente:

  • il 35 % in più nell’anno accademico 2008/2009;
  • il 57 % in più nell’anno accademico 2009/2010;
  • il 41 % in più nell’anno accademico 2010/2011;
  • il 50 % in più nell’anno accademico 2011/2012;
  • il 58 % in più nell’anno accademico 2012/2013.

Università di Varese Insubria Como

In media l’Università ha chiesto agli studenti il 38,5 % in più rispetto al dovuto e precisamente:

  • il 28 % in più nell’anno accademico 2008/2009;
  • il 48 % in più nell’anno accademico 2009/2010;
  • il 47 % in più nell’anno accademico 2010/2011;
  • il 45 % in più nell’anno accademico 2011/2012;
  • il 44,5 % in più nell’anno accademico 2012/2013.

Università di Venezia Ca’ Foscari

In media l’Università ha chiesto agli studenti il 37,2 % in più rispetto al dovuto e precisamente:

  • il 35 % in più nell’anno accademico 2009/2010;
  • il 34 % in più nell’anno accademico 2010/2011;
  • il 40 % in più nell’anno accademico 2011/2012;
  • il 45 % in più nell’anno accademico 2012/2013.

*i dati forniti dal MIUR per l’a.a. 2008/2009 sono incompleti.

Università IUAV Venezia

In media l’Università ha chiesto agli studenti il 33 % in più rispetto al dovuto e precisamente:

  • il 27 % in più nell’anno accademico 2008/2009;
  • il 35 % in più nell’anno accademico 2009/2010;
  • il 35 % in più nell’anno accademico 2010/2011;
  • il 39 % in più nell’anno accademico 2011/2012;
  • il 35 % in più nell’anno accademico 2012/2013.

Università Milano Bicocca

In media l’Università ha chiesto agli studenti il 30,2 % in più rispetto al dovuto e precisamente:

  • il 22 % in più nell’anno accademico 2008/2009;
  • il 24 % in più nell’anno accademico 2009/2010;
  • il 32,5 % in più nell’anno accademico 2010/2011;
  • il 36 % in più nell’anno accademico 2011/2012;
  • il 40 % in più nell’anno accademico 2012/2013.

Università di Bologna

In media l’Università ha chiesto agli studenti il 29 % in più rispetto al dovuto e precisamente:

  • il 36 % in più nell’anno accademico 2008/2009;
  • il 26 % in più nell’anno accademico 2009/2010;
  • il 30 % in più nell’anno accademico 2010/2011;
  • il 33 % in più nell’anno accademico 2011/2012;
  • il 31 % in più nell’anno accademico 2012/2013.

Università di Modena Reggio Emilia

In media l’Università ha chiesto agli studenti il 26 % in più rispetto al dovuto e precisamente:

  • il 20 % in più nell’anno accademico 2008/2009;
  • il 17 % in più nell’anno accademico 2009/2010;
  • il 39 % in più nell’anno accademico 2010/2011;
  • il 32 % in più nell’anno accademico 2011/2012;
  • il 34 % in più nell’anno accademico 2012/2013.

Università di Verona

In media l’Università ha chiesto agli studenti il 22,5 % in più rispetto al dovuto e precisamente:

  • il 10 % in più nell’anno accademico 2008/2009;
  • il 26 % in più nell’anno accademico 2009/2010;
  • il 26 % in più nell’anno accademico 2010/2011;
  • il 34 % in più nell’anno accademico 2011/2012;
  • il 37 % in più nell’anno accademico 2012/2013.

Università Statale di Torino

In media l’Università ha chiesto agli studenti il 22,5 % in più rispetto al dovuto e precisamente:

  • il 6 % in più nell’anno accademico 2008/2009;
  • il 18 % in più nell’anno accademico 2009/2010;
  • il 32 % in più nell’anno accademico 2010/2011;
  • il 33 % in più nell’anno accademico 2011/2012;
  • il 35 % in più nell’anno accademico 2012/2013.

Università di Padova

In media l’Università ha chiesto agli studenti il 22% in più rispetto al dovuto e precisamente:

  • il 16 % in più nell’anno accademico 2008/2009;
  • il 17 % in più nell’anno accademico 2009/2010;
  • il 21 % in più nell’anno accademico 2010/2011;
  • il 30,5 % in più nell’anno accademico 2011/2012;
  • il 32 % in più nell’anno accademico 2012/2013.

Politecnico di Milano

In media l’Università ha chiesto agli studenti il 22,7 % in più rispetto al dovuto e precisamente:

  • il 10 % in più nell’anno accademico 2008/2009;
  • il 25 % in più nell’anno accademico 2009/2010;
  • il 26 % in più nell’anno accademico 2010/2011;
  • il 26 % in più nell’anno accademico 2011/2012;
  • il 32 % in più nell’anno accademico 2012/2013.

Per l’Università di Ferrara la percentuali di rimborso raggiungono il 21,49% (nell’a.a. 2010/11), a Pavia il 14,48% e a Pisa il 14,36%.

OBIETTIVO DEL RICORSO

Il ricorso mira ad ottenere il rimborso delle tasse universitarie pagate in eccesso da ogni singolo studente.

NORMATIVA E GIURISPRUDENZA

  • Art. 5 D.P.R. n. 306 del 25.07.1997;
  • Artt. 33 e 34 Cost.
  • TAR Lombardia sent. 1073 del 23.04.2013; Consiglio di Stato sent. n. 1832 del 06.05.2016

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

Ai fini del ricorso è necessario produrre copia dei bollettini di pagamento delle tasse universitarie (bollettini che – per molte Università – sono facilmente reperibili su internet – area studenti) e/o di qualsiasi altro documento (es. bonifico, estratto conto; MAV …) che provi l’intervenuto pagamento delle tasse universitarie.

Nel caso di impossibilità di reperire la predetta documentazione, sarà in ogni caso sufficiente che il ricorrente fornisca la prova di aver frequentato “quel determinato Ateneo in quel determinato periodo”, attraverso la produzione, ad esempio, del numero di matricola o tesserino (che attesti la data di iscrizione) e/o di un certificato di laurea (o anche un’autocertificazione) in modo da poter dimostrare durante quali e quanti anni accademici è stato frequentato l’Ateneo.

AUTORITÀ ADITA

L’azione viene incardinata innanzi al Giudice Ordinario. Foro competenze: luogo in cui ha sede l’Ateneo di riferimento.

TERMINE DI ADESIONE

L’azione di restituzione delle somme illegittimamente versate si prescrive entro 10 anni dal pagamento delle tasse universitarie. (Es: le tasse pagate nel 2010 possono essere rimborsate proponendo l’azione legale entro il 2020).

GRUPPO FACEBOOK PER RICEVERE AGGIORNAMENTI

Per ricevere aggiornamenti sulla campagna legale clicca qui per iscriverti al gruppo “Rimborso Tasse Universitarie 

TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

Lo Studio Legale propone ricorsi collettivi, che potranno essere proposti unicamente al raggiungimento di 30 adesioni ad Ateneo

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo [email protected] o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Tasse universitarie, l’ateneo di Messina rimborsa la nostra ricorrente!

Tasse Universitarie
L’Università degli studi di Messina ha accolto le nostre istanze e disposto il rimborso delle tasse illegittimamente versate da una nostra ricorrente. Grazie alla nostra azione,...

Università dell’Aquila, rimborso tasse universitarie per i laureati in regola

L’Università degli Studi dell’Aquila con uno specifico regolamento emanato in materia di tasse universitarie ha previsto espressamente un caso particolare di rimborso dei contributi universitari, riservato...

Trasferimento e tasse universitarie, rimborso per studenti dell’ateneo di Messina

Sono molti gli studenti universitari che, dopo aver iniziato il loro percorso di studi presso un ateneo, decidono, per le ragioni più varie, di...

Tasse universitarie, l’ateneo di Siena rimborsa le nostre ricorrenti!

tasse universitarie
L’Università degli studi di Siena ha accolto le nostre istanze e disposto il rimborso delle tasse illegittimamente versate dai nostri ricorrenti. Grazie alla nostra azione, le...

Tasse universitarie 2008-13, gli studenti hanno diritto al rimborso

tasse universitarie
L’Italia è il terzo Paese europeo per tassazione universitaria più alta, oltretutto una tassazione spesso anche fuori legge. Senza saperlo, infatti, molti studenti universitari hanno...