Ricorso Ripam LAVORO 1.541 unità

Domande errate, fuori bando e malfunzionamento del tablet

Lo Studio Leone - Fell ha deciso di proporre ricorso per contestare la presenza di domande errate, fuorvianti e su materie non previste da bando, oltre al malfunzionamento dei dispositivi elettronici che non hanno registrato correttamente la prova svolta dai candidati.

Domande errate o fuorvianti

Segnalata la presenza di domande errate o fuorvianti  alle prove scritte del concorso Ripam Lavoro per l’assunzione a tempo indeterminato di 1.541 unità di personale nei diversi profili del Ministero del Lavoro e delle Politiche socialidell’INL dell’INAIL. La contestazione delle domande errate consente l’aggiornamento del punteggio e un miglior posizionamento in graduatoria.

Domande fuori bando

Oltre alla presenza di domande errate, i candidati hanno individuato anche domande su argomenti non previsti da bando, ovvero quiz di ragionamento logico-matematico, previsti invece nella prima stesura del bando all’interno della prova preselettiva, poi rettificata ed eliminata con il nuovo bando.

Malfunzionamento del tablet

Inoltre, molti candidati lamentano anche il malfunzionamento del supporto informatico con cui hanno svolto la prova. Molte delle modifiche effettuate dai candidati, infatti, non sarebbero state registrate dal sistema che dunque avrebbe considerato per buona solo la prima risposta data e non le successive modifiche.

È possibile chiedere all’Amministrazione un resoconto delle attività svolte con il tablet durante la prova scritta del concorso Ripam Lavoro. Il resoconto (chiamato tecnicamente file log) si chiede tramite istanza di accesso agli atti e serve per dimostrare eventuali malfunzionamenti del tablet.

Termine per aderire

Per aderire attraverso il nostro studio legale e contestare le domande errate o fuori bando e il malfunzionamento del tablet entro 60 giorni dalla pubblicazione degli esiti della prova.

Obiettivi del ricorso

Per avere informazioni sul ricorso compila il form.
Riceverai via mail la nostra proposta di ricorso e le istruzioni per aderire

Informati sul ricorso al TAR

Parlano di noi

Chi siamo

Lo studio legale Leone-Fell & C. da oltre 8 anni è al fianco dei concorrenti per combattere le ingiustizie e le scorrettezze che spesso avvengono durante i Concorsi pubblici.
Per noi la tutela dei diritti significa avere ben presente da quale parte della “barricata” è necessario stare. Stiamo dalla parte di chi ha subito un torto, di chi insegue i silenzi di una burocrazia sorda e inadeguata, di chi si vede negare un proprio diritto a causa di una procedura o di un concorso, profondamente viziato. Siamo al fianco anche di chi non può coronare il proprio sogno a causa di un diritto che resta lettera morta.
Innovazione, etica e tutela dei diritti sono diventati per noi un “mantra” quotidiano ed è grazie a ciò che il nostro gruppo di lavoro, in poco tempo, è diventato uno dei massimi protagonisti nel panorama del diritto amministrativo italiano. Nel corso degli ultimi anni abbiamo aiutato oltre 4000 studenti ad entrare a Medicina e coronare il proprio sogno.
© Copyright 2021 – Studio Legale Leone-Fell & C. – P.Iva: 06722380828 Iscrizione REA: PA – 411160 Capitale Versato: € 10.000,00 | Privacy & Cookie policy
small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Società

Inserisci I Dati E Ricevi La Diffida Pronta Con I Tuoi Dati!

small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Impresa individuale

Inserisci i dati e Ricevi la diffida pronta con i tuoi dati!