Home fisco e tributi Rottamazione ter: termine di pagamento prorogato al 2 dicembre

Rottamazione ter: termine di pagamento prorogato al 2 dicembre

 

Nuova chance per i contribuenti che non hanno pagato in tempo la prima o unica rata della rottamazione ter, di cui all’articolo 3 del Dl 119/2018, scaduta il 31 luglio 2019.

Il nuovo termine è fissato al 30 novembre 2019, che slitta al 2 dicembre 2019, in quanto il 30 novembre è sabato e il primo dicembre domenica. In questo modo, come spiegato nella relazione illustrativa, si intendono evitare disparità di trattamento tra i debitori che hanno tempestivamente presentato la dichiarazione di adesione alla rottamazione-ter entro il 30 aprile 2019, che provengono dalla rottamazione-bis o sono stati colpiti dagli eventi sismici verificatisi nel 2016 nell’Italia Centrale, e quelli che hanno fruito della riapertura del termine per la presentazione al 31 luglio 2019. Per i primi, infatti, il pagamento avrebbe dovuto essere effettuato in unica soluzione entro il 31 luglio 2019, o nel numero massimo di rate consecutive scelte, la prima delle quali scadente alla stessa data. I secondi, invece, pur avendo aderito dopo alla rottamazione ter, potranno pagare la prima o unica rata entro il 30 novembre 2019, che slitta al 2 dicembre.

Per tutti questi contribuenti viene quindi fissato il termine di pagamento della prima o unica rata al 2 dicembre 2019. Al riguardo, si ricorda che i contribuenti che hanno presentato la domanda per la rottamazione ter entro il 31 luglio 2019 dovranno ricevere, entro il 31 ottobre 2019, la comunicazione dell’agente della Riscossione sull’ammontare complessivo delle somme dovute, nonché quello delle singole rate, e il giorno e il mese di scadenza di ciascuna di esse.

Anche per la definizione a saldo e stralcio entro il 31 ottobre 2019 l’agente della Riscossione dovrà comunicare ai debitori l’ammontare complessivo delle somme dovute (e delle singole rate) nonché, se sussistente, la mancanza dei requisiti per il riconoscimento di grave difficoltà economica, o la presenza di debiti diversi da quelli definibili, con conseguente impossibilità di estinguere il debito con gli sconti previsti dal saldo e stralcio.

Domani alle ore 18.00 saremo in diretta sulla pagina Avv. Francesco Leone per parlare di assegni non trasferibili e sovraindebitamento, e saremo pronti a rispondere alle tue domande.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento non esitare a contattarci. Per comunicare direttamente con il nostro staff legale invia una mail info@leonefell.com

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


1 + 9 =