Home #IOMERITO Graduatoria scaduta: è comunque possibile lo scorrimento

Graduatoria scaduta: è comunque possibile lo scorrimento

Graduatoria scaduta: è comunque possibile lo scorrimento

Ancora una vittoria per lo Studio Legale Leone –Fell & Associati nell’ambito della campagna #iomerito, a tutela degli idonei e vincitori di concorso pubblico. 

tarIl caso di specie, sottoposto al giudizio del Tribunale Amministrativo di Trento, riguarda il mancato tempestivo scorrimento di una graduatoria concorsuale che era decaduta lo scorso 31 dicembre 2015. 

L’amministrazione resistente, aveva disposto, ad una manciata di giorni dal termine ultimo della scadenza della graduatoria, lo scorrimento della propria graduatoria per la copertura di un posto di Dirigente Odontoiatra presso le proprie strutture. 

Nell’adempiere il proprio dovere di far scorrere la graduatoria la P.A. si era però limitata all’invio di un unico telegramma per la nuova assunzione, senza mettere in conto l’eventualità che il possibile rifiuto della candidata contatta potesse comportare una futura impossibilità di attingere dalla medesima graduatoria, in quanto, nel giro di pochi giorni, la stessa sarebbe scaduta. 

Scorrimento graduatoria: convocazione degli idonei mediante telegramma

Eventualità questa che si è puntualmente verificata, con l’amministrazione che si è subito dichiarata impossibilitata ad assumere il soggetto che si trovava nella posizione immediatamente successiva in graduatoria, preferendo piuttosto procedere all’indizione di una nuova procedura concorsuale per colmare la vacanza di organico. 

Dopo un’analisi degli eventi corroborata della circostanza che il posto era rimasto vacante 3 mesi prima della scadenza della graduatoria di riferimento lo Studio legale Leone-Fell ha deciso di assistere la prima idonea non convocata.

Scorrimento graduatoria: comportamento colposo della P.A. che fa scadere la graduatoria

martello-giudiceIn sede di discussione del ricorso, innanzi al Tar di Trentol’Azienda, dimostrato da parte dello studio il suo comportamento colposo, ha fatto un passo indietro, ammettendo la negligenza insita nella propria condotta, ed ha dovuto, pertanto, dichiarare di ritirare il bando di Concorso per n.1 posti da Dirigente Odontoiatra. 

E’ stata quindi, in sede giurisdizionale, riconosciuta la permanenza del diritto allo scorrimento anche laddove, nonostante l’intervenuta scadenza di una graduatoria concorsuale, si dimostri che la procedura di reclutamento è stata avviata in un momento in cui la medesima graduatoria risultava ancora valida ovvero si verifichi che l’amministrazione non ha posto in essere tutte le misure idonee ed effettive a non far scadere le graduatorie per profili professionali che mette a bando solo pochi mesi dopo.

Per restare aggiornato su tutte le iniziative della campagna #iomerito iscriviti al nostro gruppo Facebook. 
Per segnalare il tuo caso compila il nostro Form Raccontaci il Tuo caso.

Approfondimento a cura del Dott. Marco Cassata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here