Home Precari Speciale stabilizzazione, anche i lavoratori autonomi del comparto sanità possono essere stabilizzati

Speciale stabilizzazione, anche i lavoratori autonomi del comparto sanità possono essere stabilizzati

4661
0

I lavoratori autonomi del comparto sanità, con contratti a tempo determinato o in regime di attività libero professionale, possono essere ammessi alle procedure di stabilizzazione previste all’art. 20, comma 1 e 2 del decreto legislativo n. 75 del 2017, ovvero il cosiddetto Decreto Madia.  Per accedere alle procedure di stabilizzazione è necessario che il lavoratore abbia maturato almeno 36 mesi di lavoro, prestando servizio anche presso amministrazioni differenti.

Stabilizzazione precari del comparto sanità, i requisiti

Secondo la circolare n. 3/2017 indirizzata a tutte le Amministrazioni pubbliche e avente ad oggetto gli indirizzi operativi per la partecipazione alle procedure di stabilizzazione, per poter accedere alla procedura di stabilizzazione di cui al comma 1 dell’art. 20 sopra citato, è infatti necessario avere infatti i seguenti requisiti:

  • Essere in servizio, anche per un solo giorno dopo il 28 agosto 2015 con un contratto a tempo determinato presso l’amministrazione pubblica che deve procedere alla stabilizzazione;
  • Essere stati assunti a tempo determinato da una graduatoria, a tempo determinato o indeterminato, derivante da concorso/avviso pubblico per titoli e/o esami, per la figura professionale di appartenenza;
  • Aver maturato, al 31 dicembre 2017, anche in amministrazioni diverse da quella che procede all’assunzione (in deroga per il reparto sanità), almeno 3 anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi 8. Gli anni utili da conteggiare possono riferirsi anche a tipologie diverse di contratto flessibile (es. CoCoCo, libera professione, tempo determinato, ecc), ma devono riguardare la stessa attività e lo stesso inquadramento professionale.

Chiunque sia in possesso di tali requisiti e abbia fatto domanda di stabilizzazione ma avesse ricevuto risposta negativa dall’amministrazione può contattare il nostro studio inviando una mail a info@avvocatoleone.com

Vuoi sapere se hai requisiti per partecipare alla stabilizzazione? 

Scoprilo immediatamente rispondendo a poche semplici domande. Clicca qui per iniziare il questionario.
Al termine del quiz riceverai la risposta direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Per avere informazioni immediate puoi utilizzare i nostri canali social:

– Pagina Facebook: “Avv. Francesco Leone
– Gruppo facebook: “Stabilizzazione Precari

newsletter

Per non perderti le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletterRiceverai, direttamente nella tua casella di posta elettronica, notizie sulle nostre campagne legali, informazioni utili su tasse e rimborsibanche e mutuidiritti dei consumatoriscuolasanità, oltre a informazioni dettagliate su bandi e concorsi pubblici, e molto altro ancora.

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


8 + 8 =