Home Senza categoria Stangata scuole guida: IVA dovuta sulle prestazioni didattiche per le patenti

Stangata scuole guida: IVA dovuta sulle prestazioni didattiche per le patenti

scuola guidaLa presa di posizione della Corte di Giustizia rischia di creare non poche difficoltà alle scuole guida impegnate nella diffusione e nell’insegnamento delle conoscenze necessarie al conseguimento della patente di guida.

.
Alla luce dei chiarimenti forniti dalla Corte, le suddette prestazioni, da sempre ritenute esenti, devono oggi considerarsi imponibili ai fini IVA, con gli evidenti riflessi fiscali che questa situazione è destinata a produrre.
.
Al riguardo, la presa di posizione dell’Agenzia delle Entrate non si è lasciata attendere.
.
Quest’ultima, abbandonando le posizioni già espresse con la risoluzione del 26 settembre 2005, n. 134 e con la circolare del 18 marzo 2008/E, n. 22, ha chiarito che l’attività esercitata dalle scuole guida, avente ad oggetto lo svolgimento di corsi teorici e pratici necessari al rilascio delle patenti di guida, deve considerarsi imponibile agli effetti dell’IVA.
.
La nuova interpretazione fornita, evidentemente, è destinata a produrre i suoi effetti tanto per il futuro quanto per il passato.
.
Sul punto l’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione del 2 settembre 2019, n. 79, ha già chiarito che, essendosi modificato, per effetto della sentenza della Corte di Giustizia, il regime IVA applicabile a dette prestazioni, le scuole guida dovranno emettere una nota di variazione in aumento per le prestazioni già fatturate in relazione ad annualità ancora passibili di accertamento. Naturalmente, per ciascuna delle suddette annualità sarà necessario presentare una dichiarazione integrativa nella quale far confluire la maggiore imposta derivante dall’emissione delle note di variazione.
.
Con la medesima risoluzione si è chiarito altresì che sulla maggiore imposta ancora dovuta, in forza del principio del legittimo affidamento del contribuente, non saranno irrogate sanzioni né richiesti interessi di mora.
.
Il nostro Studio legale continuerà a seguire la questione al fine di individuare e meglio comprendere i possibili sviluppi della stessa.

Per comunicazioni con il nostro staff invia una mail a info@leonefell.com

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


9 + 5 =