Ultimi Articoli

Odontoiatria e IMAT, posti disponibili all’Università di Milano

MilanoPubblicate nei giorni scorsi le graduatorie dei bandi trasferimenti per Odontoiatria e Medicina in lingua inglese dell’Università degli studi di Milano. Come per Veterinaria a Camerino, anche in questo caso i posti assegnati sono inferiori rispetto a quelli messi a bando.
Il bando non prevedeva soglia minima. Pertanto chi è in graduatoria può chiedere la ridistribuzione dei 6 posti rimasti liberi a Odontoiatria, così distribuiti:
  • 5 posti rimasti liberi al III anno
  • 1 posto al V anno
Chi è in graduatoria può chiedere la ridistribuzione dei 7 posti rimasti liberi a Medicina in lingua inglese, così distribuiti:
  • 2 posti al III
  • 4 posti al IV
  • 1 al VI
Se hai partecipato ai bandi e sei in graduatoria puoi chiedere la ridistribuzione di uno dei posti rimasti liberi e ottenere l’immatricolazione ad anni successivi al primo senza test nel corso di laurea di tua scelta.
.
I posti inutilizzati come affermato in più occasioni dalla giurisprudenza amministrativa, devono essere necessariamente ridistribuiti poiché altrimenti andrebbero definitivamente perduti.
.
Se sei interessato e vuoi maggiori informazioni invia una mail all’indirizzo info@leonefell.com

newsletter Per non perderti le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter.

Caso studio: scoperti 1600 posti liberi, ammessi oltre 250 ricorrenti a Medicina

Oggi vogliamo raccontarti una nostra grande vittoria di un paio d’anni fa: parliamo di quando siamo riusciti a far riammettere a Medicina tantissimi studenti esclusi dalle selezioni del 2017 e 2018.
Nel 2018 infatti il Consiglio di Stato ha accolto gli appelli cautelari del nostro Studio Legale, che evidenziavano la discrepanza tra il numero dei posti disponibili messi a bando per il test di medicina e il fabbisogno di camici bianchi in Italia. Siamo stati citati anche da “Il Messaggero” per aver fatto uscire la notizia grazie alle nostre indagini. Per farla breve, i giudici hanno detto che era necessario fare “una realistica ed accurata proiezione previsionale circa il fabbisogno di medici nelle varie specialità per gli anni a seguire, anche al fine di scongiurare le prevedibili (e previste) prossime carenze del numero dei medici”. Cosa significa? Che in Italia mancano i medici. In sostanza, i posti dovevano essere di più, ma i giudici hanno detto che questi criteri non sono stati rispettati. Cosa ha comportato questa nostra grande vittoria? Che ai posti banditi dal Miur per il test medicina 2017 (9.100) il Consiglio di Stato ha ammesso altri 37 studenti che prima erano stati esclusi! Nel 2018 invece il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso di 250 studenti, ammettendoli a Medicina. Per i giudici la selezione era immotivata: in Italia c’è bisogno di più medici. Se temi di non essere entrato alla Facoltà di Medicina stiamo organizzando un Webinar Gratuito dove ti spiegheremo cosa fare. Registrati qui per partecipare

Se invece vuoi agire subito e ricevere udienza per novembre, clicca qui e partecipa al Ricorso Collettivo

Irregolarità al Test di Medicina? Partecipa al Webinar e scopri come tuterarti

webinarOgni anno vengono commesse numerose irregolarità da parte dell’amministrazione, come:
  • Errata assegnazione del banco.
  • Mancanza di controlli all’ingresso.
  • Mancato rispetto delle norme anti Covid
E molto altro… Per questo stiamo organizzando un Webinar del tutto Gratuito dove ti spiegheremo come agire. In particolare analizzeremo insieme:
  • Le segnalazioni ricevute
  • Le irregolarità commesse
  • Le modalità per accedere al Ricorso
Inoltre parleremo di numero chiuso e tanto altro. QUANDO e DOVE: 3 ottobre, ore 16:00 – Webinar Online in Diretta Streaming Non stare fermo ad aspettare, fai valere i tuoi diritti!

Clicca qui per registrarti gratuitamente

 

Esame avvocato, non rispettati i principi costituzionali ed europei

esame avvocatoL’esame di abilitazione forense è anacronistico ed eccessivamente complesso (tre prove scritte e un esame orale con sei materie di verifica), ma ancora più grave non rispetta i principi costituzionali, europei e della Cedu. Per tale ragione, insieme all’Aipavv, l’Associazione Italiana praticanti avvocati, il nostro Studio legale ha proposto un ricorso collettivo volto a stravolgere il quadro normativo che disciplina l’abilitazione forense. Con il ricorso collettivo, rileveremo l’illegittimità costituzionale dell’impianto normativo che disciplina l’accesso alla professione forense per violazione dei vincoli comunitari che garantiscono il rispetto della cosiddetta libertà di stabilimento e di concorrenza e che vietano l’introduzione di ostacoli ingiustificati all’accesso al lavoro. Lamenteremo la violazione e/o la falsa applicazione della direttiva comunitaria 958/2018 che regolamenta gli esami di accesso alle professioni con titolo abilitante e che sarebbe rispettata ove entrasse integralmente in vigore la disciplina di cui alla legge 247/2012. Tale ultima normativa di riforma, difatti, non è ancora entrata in vigore per le sue parti cosiddette “innovative”. Chiederemo dunque ai Giudici del Consiglio di Stato di ammettere i nostri ricorrenti a sostenere la prova orale o, in subordine, a riconoscergli il diritto di vedere ricorretti i loro compiti da una commissione terza ed imparziale che avrà l’obbligo di inserire un giudizio scritto ed esteso sulla bontà degli elaborati.

Tutela i tuoi diritti! Clicca qui e aderisci al ricorso: cambiamo insieme l’esame!

Hai tempo fino al 30 settembre. Per comunicare con il nostro staff legale invia una mail a info@leonefell.com  

Medicina Veterinaria, posti disponibili all’Università di Camerino

camerinoPubblicata lo scorso 4 settembre la graduatoria del bando trasferimenti per Medicina Veterinaria dell’Università di Camerino. I posti assegnati rispetto a quelli messi a bando sono pochissimi. Sono infatti rimasti vacanti, e dunque nuovamente assegnabili, ben 27 posti!
.
Se hai partecipato al bando e sei risultato idoneo e dunque presente in graduatoria (avendo superato la soglia minima di 40 cfu prevista dal Bando) puoi chiedere la ridistribuzione di uno dei posti rimasti liberi e ottenere l’immatricolazione a Medicina Veterinaria!
.
I posti inutilizzati come affermato in più occasioni dalla giurisprudenza amministrativa, devono essere necessariamente ridistribuiti poiché altrimenti andrebbero definitivamente perduti.
.
Se sei interessato e vuoi maggiori informazioni invia una mail all’indirizzo info@leonefell.com

newsletter Per non perderti le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter.

Google e le ricerche sospette durante il Test di Medicina

googleIl protagonista di questa vicenda è uno strumento chiamato Google Trends. Per chi non lo sapesse, si tratta di una funzione di Google che consente di conoscere i Volumi di Ricerca di specifiche parole chiave in base al giorno, orario e città da cui è partita la ricerca.
Viene poi mostrato un grafico che sintetizza nel tempo l’andamento della popolarità di una specifica parola o frase su Google. Cosa abbiamo fatto? Incuriositi da questa possibilità, abbiamo fatto un’indagine sulle ricerche degli italiani proprio durante la giornata di giovedì 3 settembre, quando si è svolto il test di Medicina. Il risultato è spiazzante! Molte parole e frasi del test di Medicina, corrispondenti alle domande, sono state tra quelle più cercate su Google proprio mentre si svolgeva il test, a partire dalle ore 12:00. Usare micro-auricolari, smartwatch o smartphone rappresenta una gravissima irregolarità durante il test! Guarda caso parole come “Sigmud Freud”, “Reattore nucleare”, “Endomembrane”, “Fondatore medicina” ed altre sono state più cercate proprio il 3 settembre! Ci sorge spontanea una domanda: Non dovrebbero esserci controlli all’ingresso e schermature d’aula? Se vuoi approfondire puoiiscriverti al WEBINAR GRATUITO che si terrà il 3 ottobre alle ore 16.

Riapertura delle scuole, tra diritto allo studio e diritto alla salute: mercoledì in radio con “La rete dei diritti”

Si parlerà della riapertura delle scuole, tra diritto allo studio e diritto alla salute, mercoledì 23 settembre, a partire dalle 9, in diretta su Radio Action sui 101.2 FM e sulla nostra pagina Facebook nella trasmissione “La rete dei diritti” condotta in studio dai legali Francesco Leone e Simona Fell.

Per intervenire durante la trasmissione invia un messaggio whatsapp al numero +39 3348290829

La paura per una nuova e più forte ondata di contagi da Covid-19 ha già fatto slittare l’inizio delle scuole. Non in tutti gli istituti sono arrivati i presidi di sicurezza e non in tutte le classi sarà possibile mantenere la distanza di sicurezza. Sono tanti i problemi legati alla riapertura delle scuole, soprattutto in considerazione dell’aumento dei contagi. Ma in quali condizioni riapriranno gli istituti di ogni ordine e grado? Quali le garanzie per i docenti e il personale scolastico? Quali le garanzie per gli studenti e le famiglie? Di questo e di tanto altro si parlerà mercoledì mattina in radio. Postate le vostre domande e risponderemo in diretta! Oltre alla riaperture delle scuole ci sarà anche spazio per l’attualità e soprattutto tantissimi consigli utili per difendere i vostri diritti!

Per contattare il nostro staff legale chiama il +39 3406340317 o invia una mail a info@leonefell.com 

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

Oltre 7mila posti vacanti: una scoperta che ha aiutato migliaia di studenti

posti vacantiOggi ti raccontiamo una che è accaduta anche grazie all’impegno del nostro Studio Legale: che ha aiutato migliaia di studenti. infatti una ordinanza dei giudici del Tar del Lazio ha dato via libera alle immatricolazioni in Medicina e Odontoiatria ‘ .
Tutto è iniziato da una studentessa iscritta al di Chimica e tecnologie Farmaceutiche – Facoltà di Farmacia, che ha ’ per chiedere il passaggio a Medicina senza partecipare al test di ingresso. : ̀ ! Vista la carenza di personale medico, ci è sembrato davvero assurdo che tutti questi posti andassero perduti. E così, per offrire un’opportunità in più agli studenti, abbiamo studiato il modo di rendere di nuovo disponibili quei posti. Dopo che i vari atenei ci hanno confermato la disponibilità dei posti, ̀ che hanno dato il loro “nulla osta” per l’immatricolazione a Medicina e Odontoiatria. Questa è stata sicuramente una vittoria per gli iscritti almeno al terzo anno (devono avere 25 CFU di esami convalidabili) dei corsi di laurea in Farmacia, Chimica, IMAT, Biologia, Veterinaria e CTF che in realtà desideravano diventare medici o odontoiatri. Anche se non stiamo parlando del tuo caso specifico, questa storia dimostra come l’azione anche di un SOLA persona può cambiare il corso degli eventi. Per dimostrarti che nulla è impossibile, abbiamo organizzato un dove parleremo di numero chiuso, ricorsi e tanto altro… Sui nostri canali on demand – Sabato 3 ottobre alle ore 16

Per partecipare registrati qui

 

Concorso Banca d’Italia, riattivato ricorso per categorie A, B, C, D

banca d'ItaliaNei mesi scorsi abbiamo denunciato l’illegittimità della previsione del bando di concorso indetto dalla Banca d’Italia per l’assunzione di 105 assistenti amministrativi e tecnici, divisi in diversi profili. Secondo il nostro staff legale è illegittimo il punteggio assegnato non solo a seconda del voto di laurea e diploma, ma anche in base all’anno di conseguimento. Si tratta di un criterio di selezione illegittimo proprio perché non risponde ad alcuna logica selettiva. Per contrastare tale disparità di trattamento, abbiamo già depositato un primo ricorso collettivo con il quale abbiamo chiesto che i nostri ricorrenti, a seguito della riformulazione della graduatoria senza il requisito illegittimo, siano reinseriti nella corretta posizione e, qualora rientrino in una posizione utile, siano immediatamente convocati alla prova scritta. Il Tar si è già espresso, per un caso analogo, chiedendo alle parti di integrare il contraddittorio al fine di esprimere la propria decisione. Questo adempimento può essere considerato un buon segno da parte del Collegio, ma per il responso finale del Giudice si dovrà attendere fino a novembre. Vista l’apertura da parte dei giudici, abbiamo deciso di riattivatre un collettivo solo per le categoria A, B, C, D. I termini per aderire scadono il 2 ottobre.

Per maggiori informazioni e per aderire al ricorso clicca qui

Per comunicare con il nostro staff legale, invia una mail a info@leonefell.com

Abilitazione forense, giudizi contraddittori: esito contestabile

giudizi contraddittoriSe hai ottenuto sue idoneità su tre, puoi contestare l’esito dell’esame. Se i giudizi di inidoneità, ottenuto al termine delle prove previste al concorso per l’abilitazione forense, è frutto di valutazioni contrastanti può essere infatti contestato.  I giudici del Tar Lazio si sono già espressi in proposito, accogliendo i ricorsi di alcuni candidati al concorso per Magistratura che avevano ottenuto l’inidoneità a seguito di un solo giudizio negativo su tre. I Giudici, pertanto, hanno disposto una nuova valutazione da parte di una diversa commissione d’esame. Rileva il Collegio, infatti, che se il ricorrente “ha saputo dimostrare nella redazione di due delle prove d’esame, per come riconosciuto dai collegi esaminatori, il possesso dei parametri di cui ai criteri predeterminati (…) appare sorprendente, in assenza di alcun indice oggettivo cui ancorare le ragioni della ritenuta non idoneità, l’improvvisa assenza di quegli stessi parametri, riferibili alle capacità del candidato, come invece allo stesso attribuite con ampiezza dalla stessa Commissione”. Proprio in virtù di tale contraddittorietà, i giudici hanno accolto il ricorso e disposto la correzione dell’elaborato valutato non idoneo da parte di una nuova commissione esaminatrice. Pertanto, alla luce di tali sentenze, se hai ottenuto due sufficienze su tre è palese che vi sia una contraddittorietà di giudizio che è possibile provare in giudizio mediante la produzione di un parere pro veritate stilato da un docente universitario esperto, che anche il terzo compito era in realtà conforme con i criteri di valutazione adottati a livello centrale. Clicca qui per saperne di più Chiunque abbia ottenuto solo un’inidoneità può dunque aderire al ricorso per ottenere l’ammissione al prosieguo dell’iter selettivo o, in alternativa, la ricorrezione ad opera di una commissione differente dell’elaborato insufficiente.

Tutela i tuoi diritti! Clicca qui e aderisci al ricorso

Hai tempo fino al 30 settembre. Per comunicare con il nostro staff legale invia una mail a info@leonefell.com