Home Test ammissione Medicina e Odontoiatria 2015 Test Medicina, mancata sottoscrizione anagrafica: accolto il primo ricorso

Test Medicina, mancata sottoscrizione anagrafica: accolto il primo ricorso

ricorso-specializzazioni-medicina-progressiIn data odierna, il Tar del Lazio, con decreto monocratico n. 4164/2015 (clicca qui per leggere il decreto), ha ordinato l’immediato inserimento in graduatoria di un candidato che giorno 2 ottobre ha scoperto di aver subito l’annullamento del compito a causa della mancata sottoscrizione della scheda anagrafica.

Il TAR, con il provvedimento in esame, ha ritenuto fondate le nostre contestazioni relative alla illegittimità della sanzione dell’annullamento della prova comminata dal MIUR, affermando testualmente che “considerato che l’annullamento della prova di ammissione sostenuta dal ricorrente risulta disposta per motivi formali, […] in assenza di una specifica previsione di bando al riguardo“.

Come già affermato dallo studio legale, pertanto, tutti i casi di annullamento per il vizio della mancata sottoscrizione della scheda anagrafica sono da ritenere illegittimi.

I candidati che hanno ottenuto un punteggio che consente di entrare in graduatoria possono aderire al ricorso, con il quale chiederemo l’immediato inserimento in graduatoria (clicca qui per scaricare i moduli di adesione; per maggiori info chiama al 3276339369).

Nei giorni scorsi, molti candidati che non hanno attualmente un punteggio utile per immatricolarsi, ci hanno dato mandato per inoltrare al MIUR un’istanza di rettifica in autotutela con cui abbiamo chiesto al Ministero di sanare tutti i casi di annullamento per mancata sottoscrizione.

Visto il risultato di questo primo decreto, confidiamo nel fatto che il MIUR, in accoglimento di quanto da noi richiesto, rettifichi il proprio operato ed inserisca tutti i coloro che hanno presentato la nostra diffida, all’interno della graduatoria di merito.

Se rientri fra coloro che non hanno ottenuto un punteggio utile all’immatricolazione, clicca qui per scaricare i moduli per presentare la nostra diffida gratuita.

Il provvedimento di oggi rappresenta il primo passo verso l’affermazione del Vostro diritto allo studio. #liberidistudiare

Per ulteriori segnalazioni, scrivi a ““Raccontaci il tuo caso”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


1 + 8 =