Home fisco e tributi Avviso di accertamento: 60 giorni per impugnare

Avviso di accertamento: 60 giorni per impugnare

Sono migliaia i contribuenti che ogni giorno vengono raggiunti dalla notifica di un avviso di accertamento, atti con i quali l’Amministrazione finanziaria richiede il pagamento di maggiori importi a titolo di imposte, sanzioni e interessi.

La notifica di tali avvisi non è casuale. L’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza esercitano quotidianamente un’azione di controllo su tutto il territorio nazionale al fine di far emergere fenomeni evasivi. Ricevere un tale atto impositivo non è mai piacevole, anzi la notifica di un avviso di accertamento è spesso fonte di problemi e preoccupazioni.

Avviso di accertamento, cosa fare in questi casi? 

La prima cosa da sapere è che gli avvisi di accertamento possono essere impugnati dinanzi le Commissioni tributarie entro 60 giorni dalla loro notifica. In considerazione del breve termine entro cui è possibile proporre ricorso, in tutti questi casi il consiglio fondamentale è quello di attivarsi subito, rivolgendosi ad un professionista esperto in diritto tributario.

Molti contribuenti ignorano i vantaggi che l’assistenza di un professionista può offrire: non è affatto inconsueto scoprire che tali atti risultano infondati e, dunque, annullabiliRivolgersi ad un esperto si traduce, il più delle volte, in un notevole risparmio di denaro con tutti gli effetti positivi che tutto questo può produrre.

Al contrario, tentare di risolvere la situazione personalmente o, peggio ancora, restare inerti dinanzi alla notifica di un avviso di accertamento potrebbe verificarsi un comportamento altamente dannoso. Trascorsi 60 giorni dalla notifica, tali atti si renderanno definitivi con la conseguente cristallizzazione della pretesa tributaria.

Il nostro Studio legale ha sviluppato al proprio interno un nuovo dipartimento dedicato esclusivamente agli utenti che cercano assistenza nell’ambito fiscale-tributario, mettendo a disposizione le competenze di professionisti capaci di apprestare un’attività di consulenza e difesa a fronte degli atti impositivi notificati dall’Amministrazione finanziaria.

Per maggiori informazioni sull’azione legale clicca qui

Per comunicare direttamente con il nostro staff legale invia una mail a info@leonefell.com

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


4 + 3 =