Home Concorsi Concorso 250 vigili del fuoco: illegittimo lo sbarramento di 5000 posti

Concorso 250 vigili del fuoco: illegittimo lo sbarramento di 5000 posti

CONCORSO 250 VIGILI DEL FUOCO: ILLEGITTIMO LO SBARRAMENTO DI 5000 POSTI

In data odierna la direzione Centrale per gli affari Generali  ha pubblicato sul sito­­­­ web www.vigilidelfuoco.it la graduatoria definitiva degli ammessi alla prova successiva  del concorso pubblico per titoli ed esami, a 250 posti nella qualifica di vigile del fuoco del corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Vi avevamo già aggiornato sulle evidenti illegittimità avvenute (clicca qui per leggere l’articolo).

Fra le tante, oggi ci soffermiamo sul fatto che il bando ha previsto all’art. 6 che saranno ammessi alle successive prove concorsuali i candidati che si classificheranno nei primi 5000 posti della graduatoria della prova preselettiva e tutti coloro che riporteranno lo stesso punteggio del candidato collocatosi al posto corrispondente al numero 5.000.

Ebbene, per il superamento della prova preselettiva non è stata prevista una soglia minima ma soltanto uno sbarramento di 5000 posti oltre i quali i candidati non saranno considerati idonei e conseguentemente verranno esclusi dal concorso!

Siamo di fronte ad un illegittimo innalzamento della soglia stabilita per il superamento di una prova preselettiva, pari a 7/10 così come previsto dal Testo Unico contenente la disciplina per l’accesso al pubblico impiego, all’7 del D.P.R. n. 487/94 nonché dalla disciplina inerente al concorso in esame.

Ricordiamo, infatti, che la prova preselettiva è una prova eventuale prevista dal bando soltanto nel caso in cui le richieste per la partecipazione al concorso siano eccessive rispetto ai posti messi a bando e la  cui funzione, per l’appunto, è quella di saggiare l’idoneità del candidato a sostenere la prova successiva garantendo allo stesso l’accesso alla successiva fase concorsuale qualora quest’ultimo abbia dimostrato, in sede preselettiva,  una preparazione sufficiente.

Nel caso di specie, invece, sono stati ammessi alla prova successiva del concorso soltanto i candidati che hanno riportato un punteggio pari a 38/40.

Pertanto, sulla base delle suddette ipotizzate censure, stiamo predisponendo un’azione legale volta all’ammissione alla successiva fase concorsuale per tutti i soggetti che abbiano ottenuto un punteggio pari o superiore a 28/40.

Clicca qui per scaricare i moduli di adesione al ricorso

Per rimanere aggiornato iscriviti al nostro gruppo FB cliccando qui

Per maggiori informazioni, chiami allo 0917722267 o mandi una mail [email protected] e verrà ricontattato immediatamente.

1 COMMENTO

  1. Io ho già aderito al ricorso, volevo aggiungere che ho fatto esami il 31/05/2017 è in sede d’esami la domanda n.25 dell’opzione A( tra l’altro ho controllato la banca dati è tale domanda non risulta), la domanda che loro hanno detto che ere errata , io l’ho fatta correggere da due professori di matematica e mi hanno dato come soluzione la risposta B, quindi non era sbagliata, infatti io ho risposto B. La domanda errata è stata sostituita con la domanda n. 47 , rispondendo in maniera esatta. Avendo fatto come punteggio 37, ma se considero la risposta errata ( che io ho svolto correttamente) il mio punteggio va a 38.
    Cordiali saluti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here