Home Pensione Polizia Polizia di Stato, gli arruolati tra il 1981 ed il 1983 hanno...

Polizia di Stato, gli arruolati tra il 1981 ed il 1983 hanno diritto al ricalcolo della pensione?

Polizia di Stato, gli arruolati tra il 1981 ed il 1983 hanno diritto al ricalcolo della pensione?

polizia_di_stato_2Il nostro staff legale, con la collaborazione dell’Avv. Rosamaria Berloco, negli ultimi giorni ha approfondito un peculiare aspetto legato al trattamento pensionistico degli appartenenti al corpo della Polizia di Stato.
Secondo quanto appurato, vi è una disparità di trattamento tra il personale della Polizia di Stato ed il personale dell’Arma dei Carabinieri arruolatisi tra il 1981 ed il 1983, legato all’applicazione della percentuale di calcolo della base pensionabile.
La pensione dei primi, infatti, viene calcolata applicando l’errata aliquota del 35% anziché quella del 44%, così come previsto dal combinato disposto dell’art. 54 del DPR 1092/1973 e della circolare n. 22 dell’INPDAP.
Nello specifico, l’art. 54 del richiamato DPR del 1973 fissa le modalità di applicazione delle aliquote pensionabili per il personale militare, prevedendo un’aliquota del 44% della base imponibile per coloro che alla data del 31 dicembre 1995 avessero maturato tra i 15 ed i 20 anni di servizio.
concorso-poliziaL’errore nel calcolo dell’aliquota commesso dall’INPS comporta una diminuzione della pensione che oscilla tra 150,00€ e i 200,00€ al mese.
L’errore riguardava inizialmente anche i membri dell’Arma dei Carabinieri, ma l’INPS, a seguito della proposizione di un ricorso alla Corte dei Conti e di alcune diffide, ha provveduto a rimediare al proprio errore, escludendo, erroneamente, dal ricalcolo i dipendenti della Polizia di Stato che al 31 dicembre 1995 avessero maturato tra i 15 ed i 20 di servizio.
COSA FARE?
Alla luce di quanto verificato, è quindi possibile presentare un ricorso alla Corte dei Conti al fine di ottenere il ricalcolo della pensione, con l’applicazione della corretta aliquota di rendimento.
Tramite il ricorso sarà, inoltre, possibile ottenere il rimborso delle differenze non percepite negli ultimi 5 anni in forza dell’erronea applicazione dell’aliquota di rendimento.

Per scaricare la modulistica di adesione al ricorso clicca qui.

Per qualsiasi informazione invia una mail all’indirizzo [email protected] o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Scopri l’avvocato a te più vicino visualizzando i legal point de “LA RETE DEI DIRITTI”.

Dott. Marco Cassata

 

 

Articolo a cura del Dott. Marco Cassata

4 COMMENTI

  1. Mi chiamo SCIORTINO Maurizio, gia apprtenente alla polizia di stato, in pensione di vecchiaia dal 01.08.2017. Desideravo avere informazioni su l’azione legale a cui fate riferimento, significando che mi sono arruolato in Polizia il 15.03.1982 e al 31.12.1995 avevo un totale 17 anni e 5 mesi di contributi. E’ possibile avere un appuntamneto presso il Vostro Studio per meglio discutere del problema?
    Nel ringraziarvi, porgo cordiali saluti
    Maurizio SCIORTINO
    Cell. 331 3706229

  2. Gentile Avvocato,
    sono un Sovrintendente con l’intenzione di presentare domanda di pensione, avendo 56 anni di età e quasi 38 effettivi di servizio (complessivamente 43 compreso quelli figurativi).
    Ma per coloro i quali hanno intenzione di andare via, il calcolo al 44 per cento avverrà automaticamente, in relazione alle ultime sentenze?Oppure ci sarà bisogno di presentare ricorso successivamente in quanto l’INPS prova sempre a fregarti e mettersi sulla negativa?
    La ringrazio anticipatamente per la cordialità e gentilezza.-

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here