Home Test d'Ammissione Da Scienze Motorie a Professioni sanitarie senza test, ok dal Tar Lombardia

Da Scienze Motorie a Professioni sanitarie senza test, ok dal Tar Lombardia

professioni sanitarieAveva già conseguito la laurea in Educazione Motoria Preventiva ed Adattata e la specialistica in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive ed Adattate, oltre al diploma in Massofisioterapia e la laurea in Fisioterapia in Slovenia, e aveva richiesto di immatricolarsi senza test ad anni successivi al primo al corso di laurea in Professioni sanitarie dell’Università di Pavia ma, analizzato il suo percorso di studi, l’ateneo aveva rigettato la sua istanza per insufficienza di titoli. I giudici del Tar Lombarida hanno accolto il ricorso e disposto l’immatricolazione.

Secondo l’ateneo, relativamente all’immatricolazione al corso di Laurea in Fisioterapia, era richiesto, tra i requisiti, il superamento dell’esame di Tirocinio dell’anno precedente rispetto all’anno di richiesta di ammissione all’Università di Pavia.

Si legge nel bando che: «Per coloro che sono in possesso della qualifica professionale di Massofisioterapista o della laurea in Fisioterapia conseguita presso Atenei esteri legalmente riconosciuti nell’ordinamento del Paese di appartenenza, in presenza di posti disponibili sul contingente nell’anno di ammissione determinato sulla base del percorso formativo pregresso, è consentito l’accesso al corso di laurea in Fisioterapia senza obbligo di sostenere il test di ammissione».

Nessuna menzione invece per quanto riguarda il tirocinio. La stessa Commissione avrebbe dichiarato che “non sono superati i tirocini”, nonostante il Regolamento del Corso di Laurea non richiedesse il superamento dell’esame di tirocinio, bensì «l’ammissione sarà vincolata al riconoscimento dei CFU relativi all’esame di tirocinio o agli esami di profitto propedeutici per il passaggio al successivo anno di corso di cui all’art. 10, comma 2, lettera h) e i)».

In realtà, lo studente aveva già molte ore di tirocini effettuate durante i pregressi anni di studio. Nel corso di Laurea in Fisioterapia gli studenti del dipartimento Italiano svolgono da 920 e 1.500 ore di tirocinio nel triennio nei seguenti ambiti riabilitativi: ortopedico traumatologico, cardiorespiratorio e neurologico su pazienti in età adulta e in età evolutive che sono visibili in un libretto di tirocinio.

Pertanto, secondo i giudici amministrativi il percorso di studi presentato dal ricorrente era congruo con quanto previsto dal bando. Il Tar Lombardia, con sentenza, accoglie il ricorso e ammette lo studente al corso di laurea in Professioni sanitarie ad anni successivi al primo.

Possono dunque richiedere l’immatricolazione ad anni successivi al primo, senza passare dai test d’accesso, tutti coloro che provengono da corsi di laurea affini.

Per saperne di più e aderire all’azione legale clicca qui

Per qualsiasi informazione invia una mail all’indirizzo info@leonefell.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

newsletter


Per non perderti le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


5 + 8 =