Home Ricorso avverso il concorso MMG 2017-2020

Ricorso avverso il concorso MMG 2017-2020

52
0

RICORSO

Ricorso avverso l’esclusione dal concorso per l’accesso al corso di formazione in medicina generale per il triennio 2017-2020

 

Medicina generale, i criteri per la graduatoria non premiano il merito

Tutti i bandi regionali per l’ammissione ai corsi di formazione specifica in Medicina Generale 2017/2020 prevedono per la formazione della graduatoria definitiva il seguente criterio:

In caso di parità di punteggio, ha diritto di preferenza chi ha minore anzianità di laurea e, a parità di anzianità di laurea, chi ha minore età“.

Ebbene, secondo tale principio irragionevolmente verrebbero premiati i meno meritevoli. Preferendo in graduatoria coloro i quali si sono laureati poco prima dello svolgimento del concorso si avvantaggia, nei fatti, coloro i quali si sono laureati oltre i termini del proprio percorso di studi.

Quindi, per assurdo, risulterebbero favoriti gli studenti che non sono riusciti a completare il proprio percorso di studi nei canonici 6 anni, mentre viceversa chi è riuscito a laurearsi prima rispettando o addirittura anticipando le tempistiche previste risulterebbe leso da questo ingiusto criterio di preferenza.

Possono proporre ricorso tutti coloro i quali sono stati direttamente lesi da questa disposizione, essendo stati superati in graduatoria da chi aveva minore anzianità di laurea. Ovviamente bisogna superare la prova di resistenza e, quindi, provare che se non fosse esistito questo criterio il ricorrente sarebbe stato collocato in posizione utile e avrebbe avuto diritto a uno dei posti messi a bando dalla Regione di appartenenza.

Domanda errata nel quiz, come cambia il punteggio:

Il Ministero ha commesso, poi, un errore nella formulazione di una domanda presente nei test d’accesso per la Scuola di specializzazione in Medicina generale 2017. Il problema in realtà sta nelle risposte.

Il quesito è il seguente:

“Quale fra i seguenti antibiotici non è consigliato nel trattamento della malattia di Lyme”:

  1. a) cefalexina;
  2. b) doxicillina;
  3. c) amoxicillina;
  4. d) eritromicina;
  5. e) cefuroxima.

La risposta esatta, indicata dalla Commissione ministeriale, è la a) cefalexina.

Tuttavia, anche un’altra risposta può essere considerata corretta proprio per via della formulazione negativa della domanda, ovvero la b) doxicillina.

L’eliminazione del quesito altera di fatto i punteggi dei candidati che a tale domanda hanno risposto in maniera errata o non hanno risposto.

MMG: prevista la chiusura della graduatoria senza previo esaurimento di tutti i posti messi a bando 

Il corso di formazione per medici di Medicina generale lombardo inizierà in ritardo perché a oltre un mese e mezzo dalla pubblicazione della graduatoria non è ancora stato raggiunto il numero minimo necessario per la partenza e a breve chiuderà la graduatoria senza assegnare tutti i posti disponibili.

Anche in altre Regioni sono arrivate le contestazioni da parte di alcuni candidati che, allo stato, non si trovano in posizione utile, ma hanno paura che la chiusura della graduatoria, prescritta dai bandi a 60 giorni dall’inizio del corso, possa impedire loro di accedervi. Questo nonostante ci siano decine di posti che sono rimasti vacanti.

Dal momento che la chiusura delle graduatorie, senza il previo esaurimento di tutti i posti messi a bando, è illegittima possono ricorrere tutti coloro i quali intendono aver assegnato uno di tali posti.

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

  • Possono aderire al Ricorso tutti coloro che sono danneggiati dal criterio della minore anzianità di laurea;
  • Possono aderire al Ricorso tutti coloro che sono danneggiati dalla domanda errata;
  • Possono aderire al Ricorso tutti coloro che sono danneggiati dalla chiusura delle graduatorie senza previo esaurimento di tutti i posti disponibili.

OBIETTIVO DA RAGGIUNGERE

  • Ammissione dei ricorrenti al corso di formazione specialistica in medicina generale;

AUTORITÀ ADITA

  • A.R. competente;
  • Presidente della Repubblica;

MOMENTO DAL QUALE FAR DECORRERE LA LESIONE

  • Dal momento in cui sono state chiuse le graduatorie o si è venuto a conoscenza della mancata ammissione al corso per i motivi sopra citati.

TIPOLOGIA DEL RICORSO

  • Individuale

COSTO

  • Il costo dell’azione individuale è di euro 1500 compresi Iva e cpa, escluso il costo del contributo unificato pari a 650 euro.

TERMINE DI ADESIONE

Il termine ultimo di adesione al ricorso 20 febbraio 2018

TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Concorso scuola, ammessi con riserva in coda nelle graduatorie: il ricorso

graduatoria
Tanti docenti hanno partecipato al concorso Scuola 2018 con riserva, ovvero in attesa di convalida da parte del Miur del titolo abilitativo conseguito all’estero....

Concorso docenti, sarà la Corte costituzionale a decidere: nostri ricorrenti ammessi...

corte costituzionale
Sarà la Corte Costituzionale a decidere sulla questione di legittimità, inerente il Decreto Legislativo che ha dettato le regole del Concorso docenti. Il Consiglio...

Concorso docenti, tutti i nostri ricorrenti ammessi al Fit: prorogati i...

Concorso docenti
Visti gli esiti positivi della nostra azione, abbiamo prorogato i termini di adesione al ricorso al 15 ottobre. L’Autorità Giudiziaria Amministrativa ha infatti accolto...

Reinserimento in Gae: al via il ricorso urgente, adesioni fino al...

Gae
Visto il perpetrarsi dell'illegittimità, il nostro studio legale ha deciso di rivolgersi direttamente al Presidente della Repubblica proponendo un ricorso urgente a cui possono aderire ...

Concorso docenti, tutti i nostri ricorrenti ammessi al Fit: riaperti i...

Concorso docenti
L’Autorità Giudiziaria Amministrativa ha accolto le nostre tesi e rimesso la questione alla Corte Costituzionale, ammettendo tutti i nostri ricorrenti alla Fase Transitoria del...
Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.