Home Concorsi Roma Capitale, riparte il concorso per 300 istruttori di Polizia Municipale

Roma Capitale, riparte il concorso per 300 istruttori di Polizia Municipale

Roma Capitale, riparte il concorso per 300 istruttori di Polizia Municipale

polizia-municipaleLo scorso 3 gennaio sono stati pubblicati sull’albo pretorio del Comune di Roma Capitale i risultati delle prove scritte del concorso pubblico per il reclutamento di n. 300 istruttori di Polizia Municipale, indetto nel lontano 2010 dal Comune di Roma.

Nonostante le prove scritte si siano concluse già nel 2012, una vicissitudine legata alle Commissione Esaminatrici ha comportato l’estrema lungaggine della fase di correzione, che ha visto la Commissione originaria sospendere le proprie attività nel 2013, nonostante avesse già concluso la fase di correzione degli elaborati.
Immediatamente è stata quindi nominata una nuova commissione esaminatrice la quale ha provveduto alla rivalutazione degli elaborati, concludendo le operazioni nel mese di Giugno dl 2015.

Avverso i giudizi espressi da questa seconda commissione sono stati presentati numerosi ricorsi che hanno visto il Tar del Lazio disporre l’attribuzione, ai ricorrenti, del giudizio espresso dalla Commissione originaria.

La stessa soluzione è stata poi adottata dal Comune di Roma, che con la Determinazione Dirigenziale n. 1525/2016 ha di fatto esteso gli effetti di tali pronunce a tutti i candidati, portando a reviviscenza tutti i giudizi e tutte le valutazioni espresse dalla Commissione esaminatrice originaria.

Roma Capitale, 4 anni di ritardo ma ora si procede

polizia-municipale (1)Sebbene con 4 anni di ritardo, quindi, il Comune ha ora la possibilità di procedere all’espletamento delle prove orali che avranno inizio il prossimo 18 aprile.

Al momento è stato comunicato il calendario delle prove per soli 560 candidati ammessi, i quali sosterranno la prova orale tra il 18 aprile e il 18 maggio, e si attende la pubblicazione del calendario delle prove per gli altri candidati ammessi.

La prova orale avrà ad oggetto le medesime materie della prova scritta, avente ad oggetto elementi di diritto e regole di funzionamento del corpo di Polizia Municipale, e sarà inoltre volta a verificare il possesso di un adeguato livello di conoscenza di una lingua straniera (a scelta tra inglese, francese, tedesco e spagnolo) e dei sistemi informatici più diffusi.

Come previsto dal D.P.R. 487/1994, le domande che saranno poste agli ammessi alla prova orale dovranno essere sorteggiate dalla Commissione esaminatrice ed in caso contrario risulterà irregolare.

Il sistema di estrazione delle domande oggetto del colloquio orale, infatti, è l’unico in grado di garantire la par conditio tra tutti i candidati.

Invitiamo, pertanto, tutti gli ammessi alla prova orale di monitorare la correttezza delle operazioni di estrazione dei quesiti per ogni candidato e di richiedere, laddove si ravvisino delle possibili irregolarità, la verbalizzazione di quanto accaduto.

Per ricevere una consulenza gratuita dal nostro staff invia una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Scopri l’avvocato a te più vicino visualizzando i legal point de “LA RETE DEI DIRITTI”.

Dott. Marco Cassata

 

 

Articolo a cura del Dott. Marco Cassata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


6 + 6 =