Home Precari Stabilizzazione precari, assunzioni dirette e concorsi dedicati per il comparto sanità

Stabilizzazione precari, assunzioni dirette e concorsi dedicati per il comparto sanità

Negli scorsi giorni, nell’ambito della nostra campagna “Stabilizzazione precari”, abbiamo approfondito le peculiarità del Decreto Madia per le varie categorie di lavoratori. Oggi analizzeremo quanto previsto per il comparto sanità.

Per quest’ultimo, il Decreto Madia prevede alcune deroghe espresse rispetto alla disciplina generale dettata per i dipendenti pubblici precari.

Ed infatti, per il personale medico, il personale tecnico-professionale ed il personale infermieristico, la norma prevede espressamente che, oltre a quanto previsto dal Decreto Madia stesso, continuino a trovare applicazione del disposizioni introdotte con la Legge di stabilità per il 2016 (cfr. L. 208/2015) la quale aveva già introdotto una apposita disciplina volta alla stabilizzazione del personale del SSN.

Nello specifico, il comma n. 543 dell’articolo 1 della citata Legge di stabilità, prevede la possibilità di essere stabilizzati per i lavoratori che, negli ultimi 5 anni, abbiano maturato almeno 36 mesi di servizio.

Le procedure di stabilizzazione introdotte dall’art. 1, comma 543, della L. 208/2015, al pari di quanto previsto dal comma 2 dell’art. 20 del Decreto Madia, prevedono l’espletamento di una procedura concorsuale riservata per coloro che non siano stati assunti attingendo da una graduatoria concorsuale. Con riguardo a tali procedure, il Decreto Madia ha previsto la possibilità di indire le stesse entro il prossimo 31 dicembre 2018, con l’onere per le amministrazioni di concluderle comunque entro il 31 dicembre 2019.

Il legislatore, quindi, con riferimento al settore sanitario, ha deciso di riconoscere ai precari la possibilità di accedere a ben quattro canali per la stabilizzazione, essendo previste due modalità per la stabilizzazione diretta e due modalità di espletamento dei concorsi riservati.

Inoltre, per il personale infermieristico ed il personale tecnico-professionale viene prevista una deroga ulteriore: ed infatti, questi ultimi a differenza di quanto previsto per gli altri pubblici dipendenti, potranno aver maturato i 36 mesi di servizio necessari per accedere alle procedure di stabilizzazione, anche lavorando presso diverse amministrazioni del servizio sanitario nazionale.

direttaTi ricordiamo che domani, 28 febbraio 2018, alle ore 17:00 gli avvocati Francesco Leone e Simona Fell terranno una diretta streaming sulla pagina Facebook dello studio legale Avv. Francesco Leone.

Per ricevere maggiori informazioni invia una mail al nostro indirizzo [email protected] o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Vuoi sapere se hai requisiti per partecipare alla stabilizzazione? 

Scoprilo immediatamente rispondendo a poche semplici domande. Clicca qui per iniziare il questionario.
Al termine del quiz riceverai la risposta direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Ricordati che per avere informazioni immediate puoi utilizzare i nostri canali social:

– Pagina Facebook: “Avv. Francesco Leone
– Gruppo facebook: “Stabilizzazione Precari

Per non perderti le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletterRiceverai, direttamente nella tua casella newsletterdi posta elettronica, notizie sulle nostre campagne legali, informazioni utili su tasse e rimborsibanche e mutuidiritti dei consumatoriscuolasanità, oltre a informazioni dettagliate su bandi e concorsi pubblici, e molto altro ancora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here