Home Concorsi 1598 Allievi Carabinieri, report sui motivi di illegittimità dell’esclusione

1598 Allievi Carabinieri, report sui motivi di illegittimità dell’esclusione

In questi giorni si stanno svolgendo le prove attitudinali del concorso per titoli ed esami per il reclutamento di 1598 allievi carabinieri, divenuti infine 2727, in ferma quadriennale, pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 31 marzo.

Diversi candidati che non hanno ottenuto l’idoneità si sono rivolti al nostro studio al fine di capire se i motivi dell’esclusione potessero essere contestati davanti al Giudice amministrativo. In effetti, diverse segnalazioni ricevute hanno dimostrato come le esclusioni stabilite dalla commissione esaminatrice risultano irrazionali e, pertanto, sindacabili in sede giurisdizionale. La commissione esaminatrice non avrebbe infatti tenuto conto delle esperienze pregresse, essendo il concorso aperto sia a civili, ma anche a vfp1 e vfp4.  Ad ogni modo, è necessario valutare ogni singola esclusione per determinare se proporre un ricorso al Tar per ottenere l’ammissione alla successiva fase concorsuale.

Potete inviarci l’atto di esclusione via mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com e  analizzeremo la vostra  pratica gratuitamente.

1598 allievi carabinieri, le prove fisiche

concorso 1598 allievi carabinieri prove fisichePer le prove di efficienza fisica i concorrenti convocati hanno dovuto obbligatoriamente effettuare una corsa piana di mille metri, piegamenti sulle braccia e salto in alto. In aggiunta alle prove obbligatorie, i candidati hanno potuto eseguire delle prove aggiuntive facoltative, ovvero trazioni alla barra o salto in lungo.

In via generale, è possibile offrire ai candidati dei principi validi e applicabili alle prove di efficienza fisica per consentire ad ognuno una prima valutazione sulla legittimità (o illegittimità) del giudizio stabilito dalla commissione.

Si può proporre ricorso anche se il verbale è incompleto, se ad esempio la commissione non ha concesso o non ha verbalizzato tutti i tentativi effettuati dal candidato.

Le prove di efficienza fisica nella giurisprudenza amministrativa (per saperne di più leggi qui

Per quanto riguarda gli accertamenti sanitari, se viene contestata una deformità fisica o una patologia insussistente si può ricorrere producendo la prova (mediante certificato prodotto da una struttura sanitaria del SSN) della sussistenza dei requisiti per l’idoneità.

Altra questione riguarda i tatuaggi: se possono essere coperti “quasi totalmente” con la divisa non possono comportare l’esclusione del candidato. Di recente anche il Tar del Lazio si è espresso positivamente rigettando l’esclusione del ricorrente dal concorso selezione per l’arruolamento di 602 Carabinieri effettivi riservato ai VFP delle diverse FF.AA. poiché il tatuaggio veniva quasi interamente coperto dall’uniforme, sia in tenuta ginnica che con quella da mare/salvamento (Sentenza Tar Lazio 21-08-2017, n. 9346).

1598 Allievi Carabinieri, le prove attitudinali

1598 carabinieri attitudinaliLe prove attitudinali sono dirette ad accertare l’attitudine del candidato allo svolgimento dei compiti connessi con l’attività prevista dal proprio ruolo.

Le prove si dividono in due fasi. Nella prima, quella istruttoria, la commissione, avvalendosi anche del contributo tecnico-specialistico fornito da personale di supporto, ha fatto una ricognizione preliminare. Nel dettaglio, un ufficiale psicologo ha sottoposto ai candidati uno o più test e/o questionari e richiesto prove di performance; un ufficiale perito selettore attitudinale, ha condotto invece un’intervista attitudinale. Gli esiti vengono riportati, rispettivamente, in una “relazione psicologica” e in una “scheda di valutazione attitudinale”.
Nella seconda prova, quella costitutiva, la commissione nominata e composta da membri diversi da quelli intervenuti nella fase precedente, valutati i referti istruttori e le risultanze di un ulteriore colloquio condotto collegialmente, ha fatto le valutazioni complessive in merito al possesso dei requisiti attitudinali e alle potenzialità indispensabili per l’espletamento delle mansioni di carabiniere effettivo e per l’assunzione delle relative responsabilità. Il giudizio della commissione viene comunicato per iscritto al termine degli accertamenti.

Recentemente la giurisprudenza amministrativa ha accolto diverse richieste cautelari, disponendo l’ammissione alle prove orali.

Ad esempio, la Giurisprudenza amministrativa ha affermato che il giudizio di idoneità relativo alle prove attitudinali può essere contestato se il candidato, in un altro concorso precedente, ha già ottenuto un giudizio di idoneità attitudinale. Questo è un esempio di contestazione che è possibile sottoporre al Giudice amministrativo.

Ad ogni modo, è necessario valutare ogni singola esclusione per determinare se proporre un ricorso al Tar per ottenere l’ammissione alla successiva fase concorsuale.

Ti ricordiamo che hai 60 giorni di tempo per proporre ricorso dalla data riportata nel verbale di notifica dell’esclusione, dunque bisogna agire tempestivamente.

Per aderire al ricorso scarica i moduli di adesione cliccando qui

Per rimanere aggiornato iscriviti al nostro gruppo FB cliccando qui.

Per avere maggiori informazioni scrivi a info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso“, inviando copia del provvedimento di esclusione.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


5 + 4 =