Home #IOINSEGNO Concorso Scuola al via 28 Aprile: tra Cineca e USR, però, è...

Concorso Scuola al via 28 Aprile: tra Cineca e USR, però, è tutto in alto mare

logo_MiurAttraverso un comunicato ufficiale sul proprio portale, il Miur ha stabilito il calendario delle prove scritte del Concorso Scuola 2016. Si partirà giovedì 28 aprile e l’ultima data disponibile è il 31 maggio. Ma siamo sicuri che la macchina organizzativa sarà pronta tra 15 giorni?  In molti ritengono di no, e gli elementi che abbiamo a nostra disposizione sembrano avvalorare tale tesi.

Ma procediamo con ordine.

Il calendario d’esame predisposto dal MIUR

Come si legge sul sito Miur, per il concorso docenti 2016 i candidati svolgeranno la prova scritta direttamente sul computer. A parità di classe di concorso/tipo posto tutte le prove avverranno in contemporanea su tutto il territorio nazionale.
In una stessa giornata, nella stessa aula, si potrebbero svolgere 2 differenti prove (per classi di concorso/tipo posto diversi) una nella mattinata ed una nel pomeriggio, che prendono il nome di “turno mattutino” e “turno pomeridiano” .
Trattandosi della prova scritta nell’istituto saranno presenti:

  • La Commissione Giudicatrice o, in caso di più sedi di svolgimento della prova, il Comitato di Vigilanza ai quali spetta la gestione amministrativa della prova.
  • Uno o più responsabili tecnici d’aula, cui spetterà il compito della gestione tecnica delle postazioni informatiche utilizzate per la somministrazione della prova (dall’installazione del software, all’invio dei risultati).
  • Personale addetto a compiti di sorveglianza ed assistenza interna.
  • I candidati

La carenza di commissari d’esame

Come rilevato dal nostro staff legale nelle scorse settimane (clicca qui per leggere l’articolo), oltre alle illegittimità presenti sul bando, parecchie perplessità si palesano sul fronte dello svolgimento delle prove. Il primo grande problema riguarda la carenza di docenti disponibili a svolgere il compito di commissario d’esame.  Le maggiori cause di questo problema sono il compenso irrisorio, che si aggira intorno a 1€ l’ora, e il mancato esonero dal servizio. Secondo le stime servono circa 10mila commissari per esaminare i 165mila candidati previsti e, vista la mancanza di disponibilità, il Miur ha riaperto ufficialmente i termini per le domande.

La procedura informatica e il Cineca: riedizione di un flop già visto?

pc cinecaAltro problema che emerge in queste settimane attiene alle modalità di svolgimento del concorso e, in particolare, alla scelta di utilizzare dei computer per la prova scritta. Pensare, infatti, di reperire migliaia di pc per consentire a 200mila concorrenti di svolgere la prova sembra a dir poco azzardato. Legittimo, infatti, porsi delle banali domande: dove saranno reperiti i computer? Dove si svolgeranno le prove? Ci sarà personale tecnico qualificato capace di intervenire tempestivamente per evitare malfunzionamenti durante la prova? A tutte queste domande sembra che nessuno, dalle parte del MIUR, sia in grado di dare una risposta. Di certo c’è solo che le USR di Sicilia e Campania hanno già comunicato di non essere in grado di organizzare i test. A ciò si aggiunga che ad occuparsi del concorso sarà il Cineca, l’indimenticato Consorzio che ha già gestito, con risultati negativi, i test d’ingresso alle Scuole di specializzazione mediche. In quel caso scoppiò il caos in mezza Italia: computer in tilt, prove ripetute, difficoltà nella gestione dei file degli elaborati, inversione delle domande e postazioni unite tra di loro con relativa “copiatura” delle risposte. E quelli indicati sono solo alcuni degli “infortuni” che hanno caratterizzato la procedura targata Cineca.

Dinnanzi al quadro sino ad ora delineato, nei prossimi giorni si attendono novità dal Ministero, nella speranza che vengano date delle puntuali risposte a quelle che, a ben vedere, sono molto più che semplici preoccupazioni.

Per avere informazioni sulla campagna #ioinsegno relativa al concorso scuola clicca qui. Leggi il manuale di sopravvivenza al concorso docenti 2016 e scopri le regole del concorso. Lo studio legale Leone ha, inoltre, deciso di schierarsi a fianco degli insegnanti e per tale motivo ha aperto un vero e proprio sportello interattivo dedicato alle segnalazioni del concorso docenti (clicca qui per accedere allo sportello segnalazioni del concorso scuola 2016).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


7 + 7 =