Home #IOINSEGNO Concorso scuola prove orali: a breve la pubblicazione dei calendari

Concorso scuola prove orali: a breve la pubblicazione dei calendari

Concorso scuola prove oraliConcorso scuola prove orali: a breve la pubblicazione dei calendari

Come detto nei giorni scorsi all’interno della nostra sezione “Mondo della scuola”, le prove scritte del Concorsone sono terminate. Adesso la palla passa alle Commissioni designate per le correzioni. A breve, peraltro, dovrebbe uscire il calendario relativo alle prove orali.

Ricordiamo che qualora il numero dei candidati presenti alla prova scritta di ciascuna classe di concorso sia stato superiore alle 500 unità, la commissione dovrà essere integrata, per ogni gruppo di 500 o frazione di 500, con altri tre componenti, oltre ai relativi membri aggregati e ai supplenti.

La disposizione è, infatti, contenuta all’interno del bando di concorso: “Le commissioni giudicatrici sono nominate con decreti dei dirigenti preposti ai competenti USR, secondo le modalità definite con l’ordinanza ministeriale 23 febbraio 2016, n. 97, nel rispetto dei requisiti di cui al decreto ministeriale 23 febbraio 2016, n. 96.”

La disposizione trova applicazione, soprattutto, per le classi di concorso infanzia e primaria, nonostante le parecchie assenze alla prova scritta.

Concorso Scuola prove orali: i dettagli

Le prove orali si svolgeranno a luglio, ma le date non sono ancora state rese note. La prova orale durerà 45 minuti: 35 minuti sono concessi all’insegnante per simulare una lezione e i restanti 10 vengono utilizzati dalla commissione per testare la preparazione complessiva di ogni candidato; è possibile che il candidato venga valutato anche sulla conoscenza della lingua straniera. Il punteggio massimo per la prova orale è di 40 punti, mentre quello minimo è di 28 punti. Le tracce delle prove orali vengono decise da ogni singola commissione esaminatrice e sono date in numero pari al triplo dei candidati che concorrono per la prova in oggetto.

Per conoscere la nostra campagna #IOINSEGNO, clicca qui.

Qualora volessi approfondire le regole del concorso puoi scaricare  il manuale di sopravvivenza al concorso docenti 2016.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


6 + 4 =