Home pensioni Ricalcolo pensioni, focus Polizia penitenziara: ecco chi può richiederlo

Ricalcolo pensioni, focus Polizia penitenziara: ecco chi può richiederlo

ricalcolo pensioniPossono richiedere il ricalcolo della propria pensione tutti coloro che sono stati arruolati prima della smilitarizzazione dei corpi presso i quali prestavano servizio. In particolare, per quanto riguarda la Polizia Penitenziaria la data di smilitarizzazione risale agli anni ’90, per cui coloro che alla data del 31 dicembre 1995 avevano il requisito dell’anzianità contributiva richiesto, potranno sicuramente agire e richiedere il ricalcolo della propria pensione.

Per richiedere il ricalcolo della pensione, è necessario attenderne la liquidazione. In quanto ciò che si andrà a contestare sarà l’errore di calcolo dell’INPS e non sarà possibile agire finché l’errore non sarà effettivamente commesso.

Ebbene, tale possibilità deriva da un errore commesso dall’INPS, e reiterato dall’ente previdenziale, il quale continua a ritenere di non dover applicare, per il calcolo delle pensioni militari liquidate con sistema misto, l’aliquota straordinaria del 44% prevista dal D.P.R. 1092/1973, applicando, invece, l’aliquota prevista per il personale civile, pari al 35,9%.

A conferma della sussistenza dell’errore posto in essere dall’INPS sono già intervenute le prime sentenze da parte delle Sezioni Giurisdizionali Regionali della Corte dei Conti, con le quali i giudici di contabilità hanno riconosciuto, a coloro che hanno ricorso per la tutela della propria posizione, il diritto al ricalcolo della pensione per i ratei mensili futuri, condannando altresì l’ente previdenziale al risarcimento per i ratei già liquidati.

L’errore nel calcolo dell’aliquota commesso dall’Inps comporta una diminuzione della pensione che oscilla tra 150,00€ e i 200,00€ al mese.

Ricalcolo pensioni: ecco come richiederlo

Alla luce di quanto verificato, è quindi possibile presentare un faq ricalcolo pensioniricorso alla Corte dei Conti al fine di ottenere il ricalcolo della pensione, con l’applicazione della corretta aliquota di rendimento. Tramite il ricorso sarà, inoltre, possibile ottenere il rimborso delle differenze non percepite negli ultimi 5 anni in forza dell’erronea applicazione dell’aliquota di rendimento.

Per maggiori informazioni e aderire all’azione legale clicca qui.

Abbia risposto alle domande più frequenti che ci avete posto. Per leggere le FAQ clicca qui

Per qualsiasi informazione invia una mail all’indirizzo [email protected] o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per non perderti le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletterRiceverai, direttamente nella tua casella newsletterdi posta elettronica, notizie sulle nostre campagne legali, informazioni utili su tasse e rimborsibanche e mutuidiritti dei consumatoriscuolasanità, oltre a informazioni dettagliate su bandi e concorsi pubblici, e molto altro ancora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here