Home Riconoscimento titolo estero, ricorso avverso il silenzio inadempimento ex art. 117 c.p.a

Riconoscimento titolo estero, ricorso avverso il silenzio inadempimento ex art. 117 c.p.a

RICORSO

RICONOSCIMENTO DEL TITOLO ESTERO: RICORSO AVVERSO IL SILENZIO INADEMPIMENTO EX ART. 117 C.P.A 

 

Al Ministero dell’Istruzione compete il riconoscimento dei titoli professionali conseguiti all’estero per alcune professioni. I titoli possono essere stati conseguiti in ambito comunitario ed extra-comunitario da cittadini sia italiani che stranieri.

Per ottenere il riconoscimento di un titolo conseguito nell’ambito dell’Unione europea ai fini dell’esercizio della professione di docenti in Italia, è necessario presentare domanda secondo il procedimento previsto dal d.lgs.n. 206/2007, che attua la direttiva 2005/36/CE, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali.

Ai fini del riconoscimento professionale, l’autorità competente entro 30 giorni dal ricevimento dell’istanza, accerta la completezza della documentazione esibita e ove necessario richiede eventuali integrazioni all’interessato.

Sul riconoscimento provvede l’autorità competente con decreto motivato da adottarsi nel termine di quattro mesi dalla presentazione della documentazione completa da parte dell’interessato. Il decreto viene così pubblicato in Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

Possono aderire tutti coloro che non hanno ottenuto una risposta all’istanza presentata all’amministrazione competente e volta ad ottenere l’emissione del decreto di riconoscimento del titolo conseguito all’estero per l’esercizio della professione corrispondente in Italia.

Questa è una situazione che riguarda prevalentemente, al momento, i docenti abilitati in Romania, Bulgaria, Spagna e Cipro per i quali il Mi da più di un anno ha smesso di emettere i provvedimenti di riconoscimento.

LE NOSTRE VITTORIE

Il nostro studio legale, da sempre impegnato nella tutela dei docenti, ha consentito a tutti i propri ricorrenti di ottenere il riconoscimento del titolo abilitativo conseguito all’estero.

Ultima, in ordine di tempo, la vittoria al Tar Lazio per una nostra ricorrente che aveva richiesto il riconoscimento del titolo di specializzazione sul sostegno conseguito presso l’Uniforme International University di Cipro. I giudici hanno ordinato all’Amministrazione di provvedere entro 30 giorni, nominando un commissario ad acta.

Riportiamo qui di seguito alcune delle nostre vittorie:

Abilitazioni all’estero, illegittimo il silenzio del Miur: nostra vittoria al Tar

Abilitazione all’estero, vittoria al Tar: docenti ammessi senza riserva

AUTORITÀ ADITA

TAR

TERMINE DI ADESIONE

E’ possibile ricorrere a partire dal giorno dopo i quattro mesi di silenzio ed entro un anno.

TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

INDIVIDUALE

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo [email protected] o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Riconoscimento titolo estero sul Sostegno, il Tar bacchetta il Ministero!

Una decisione destinata a cambiare l’intero orientamento della giurisprudenza in merito al riconoscimento titolo estero! Il Tar...

Concorso ordinario scuola, valutazione titoli e riapertura termini

Il giorno delle prove del Concorso ordinario scuola si avvicina! Oggi però, vogliamo puntare i riflettori sulla...

Abilitazione su Sostegno all’estero e Gps: è competenza del Giudice del...

Per le controversie concernenti il diritto all'inserimento negli elenchi aggiuntivi delle Gps, la giurisdizione spetta al Giudice...

Abilitati all’estero, elenchi aggiuntivi Gps: il Gdl di Palermo accoglie!

ps Il Giudice del lavoro di Palermo ha accolto il ricorso presentato da alcuni docenti che avevano conseguito...

Abilitazione all’estero, diritto all’assunzione

Ancora problemi per gli abilitati all'estero. Molti docenti, infatti, negli ultimi mesi si sono visti negare a...