Home Ricorso straordinario test medicina e odontoiatria 2017

Ricorso straordinario test medicina e odontoiatria 2017

1373
0

Per avere informazioni relative al ricorso Medicina 2018 e segnalare eventuali irregolarità, clicca qui

 

Lo scorso 5 settembre si sono conclusi i test per l’ammissione ai corsi di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia e in Odontoiatria e Protesi Dentaria.

Anche quest’anno riteniamo che la selezione per l’accesso ai corsi sia stata falsata e, pertanto, non è stato garantito agli studenti un test di ammissione realmente meritocratico e privo di sbavature.

Ricorso straordinario test medicina 2017

Per questi motivi il nostro studio ha proposto diversi ricorsi al Tar del Lazio per contestare la procedura adottata dal MIUR al fine di ottenere l’ammissione ai corsi di Medicina e Chirurgia e in Odontoiatria e Protesi Dentaria.

I termini per la presentazione del ricorso ordinario sono ormai spirati ma è ancora possibile proporre un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica per contestare le illegittimità della procedura. Infatti, è possibile proporre il ricorso straordinario entro 120 giorni dalla pubblicazione della graduatoria di merito.

Per rimanere aggiornato e seguire tutti gli aggiornamenti della campagna legale iscriviti al nostro gruppo facebook Ricorso Medicina 2017

RICORSO COLLETTIVO

Ricorso Straordinario test medicina 2017

Dalle segnalazioni ricevute e dalle prime analisi dei documenti inerenti alla procedura di accesso, nel ricorso collettivo verranno inserite le seguenti violazioni:

  • Numero dei posti messi a bando inferiore rispetto al fabbisogno nazionale di medici;
  • Violazione del principio dell’anonimato e della paternità della prova;
  • Presenza nei quiz di domande uguali (o molto simili) a quelle inserite negli eserciziari in commercio;
  • Presenza all’interno del quiz di domande di logica non espressamente previste dalla normativa.
  • Mancata conferma di interesse per coloro che non hanno un punteggio utile all’immatricolazione. Viceversa, se il candidato ha già un punteggio utile all’immatricolazione (o con il successivo scorrimento potrà immatricolarsi in delle sue scelte), sarà necessario proporre un ricorso individuale per ottenere un provvedimento d’urgenza che consenta il reinserimento immediato in graduatoria (vedi sotto).

Chi può partecipare al ricorso straordinario?

Potranno partecipare tutti coloro che hanno svolto i test di ammissione per l’accesso a Medicina e odontoiatria a prescindere dal punteggio conseguito.

Qual è l’obiettivo dell’azione legale ?

Con la presentazione del ricorso chiederemo direttamente al Consiglio di Stato l’ammissione in sovrannumero dei ricorrenti nella loro prima scelta, l’annullamento del test o, in alternativa, un risarcimento del danno per equivalente (somma di denaro).

Come faccio ad aderire al ricorso?

Per aderire al ricorso dovrai compilare la modulistica (puoi scaricarla nel box qui sotto) e inoltrarla in originale presso il nostro studio (l’indirizzo è indicato nella modulistica).
Il costo del ricorso, indicato nei moduli di adesione, è di 500,00 € (compreso IVA e C.P.A.) per l’intero giudizio di primo grado.

RICORSO INDIVUALE

Nel caso in cui il candidato debba contestare la correttezza di una o più domande inserite nel test di ammissione dovrà proporre un ricorso individuale. Con quest’ultimo chiederemo al Giudice la rettifica del punteggio per le domande ritenute errate o fuorvianti

CLICCA QUI PER SCARICARE I MODULI DI ADESIONE AL RICORSO STRAORDINARIO PER CONTESTARE LE DOMANDE ERRATE O FUORVIANTI

La nostra Rete dei diritti conta più di 60 sedi in tutta Italia. Trova e contatta il legale più vicino a te, cliccando qui 

Le adesioni dovranno pervenire in studio entro sabato 20 gennaio 2018.

CLICCA QUI PER SCARICARE I MODULI DI ADESIONE AL RICORSO STRAORDINARIO

[/vc_message]

I NOSTRI PRECEDENTI

Ricorso test medicina 2017, i nostri precedenti

Negli anni scorsi il nostro studio si è battuto per dimostrare che la selezione per l’accesso ai corsi di laurea in medicina e odontoiatria è stata predisposta in violazione di diverse norme che garantiscono la trasparente e la meritocratica. Negli anni 2014/16 il nostro studio è riuscito a fare immatricolare oltre 5.000 candidati che hanno avuto il coraggio di denunciare gli innumerevoli vizi (anonimato, domande errate, quote per studenti stranieri) della procedura dinnanzi ai Tribunali amministrativi ottenendo giustizia. Siamo stati gli unici che lo scorso (2016/17) anno hanno ottenuto un provvedimento di accoglimenti in merito alla questione delle domande copiate negli eserciziari (clicca qui per approfondire). Anche sulla questione della mancata conferma di interesse siamo stati protagonisti di centinaia di provvedimenti positivi da parte del TAR del Lazio che hanno consentito agli studenti di reintegrarsi in graduatoria (clicca qui per approfondire).

AUTORITÀ ADITA

Tutti i giudizi saranno incardinati presso il Consiglio di Stato

TERMINE PER ADEIRE AL RICORSO

Le adesioni al ricorso straordinario dovranno pervenire in studio entro il 30 dicembre 2017. 

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561 dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 16,00 alle 19,30

Da Terapia della neuro a Fisioterapia senza test: ok anche del...

fisioterapia
Già laureata in “Terapia della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva” e in virtù degli esami già sostenuti, aveva richiesto l’iscrizione ad anno successivi al...

Da Professioni sanitarie a Fisioterapia senza test: l’ok anche del Tar...

fisioterapia
Era già laureato in "Terapia della neuro e Psicomotricità età evolutiva” e in “Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie” e, in virtù degli esami già...

Test Medicina 2018, al via il ricorso straordinario

test d'ammissione Medicina
Certi delle ragioni del nostro ricorso e fiduciosi grazie ai primi esiti positivi (Test Medicina 2018, vinto il ricorso!), abbiamo deciso di predisporre un...

Anni successivi al primo, Uniss non rispetta il bando: graduatoria illegittima

L’università di Sassari stila la graduatoria per anni successivi al primo per Odontoiatria, ma contraddicendo il bando, inserisce prima chi proviene da altri atenei...

Test Medicina 2018, vinto il ricorso!

medicina
A pochissimi giorni dal test d'accesso ecco già pubblicato il primo provvedimento positivo con il quale il Tar Lazio chiede delucidazioni al Miur sulla...
Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.