Home Concorsi Concorso per 250 assistenti sociali, irregolarità agli scritti: al via il ricorso

Concorso per 250 assistenti sociali, irregolarità agli scritti: al via il ricorso

Pervenute in studio decine di segnalazioni inerenti le prove scritte del concorso per 250 assistenti sociali bandito dal ministero degli Interni. Alcuni candidati lamentano non solo una discrepanza con quanto previsto dal bando, ma anche la presenza di domande fuorvianti.

Tra gli argomenti materie d’esame era infatti previsto un particolare riferimento alle sanzioni di comunità (ovvero, le cosiddette raccomandazioni europee in ambito penitenziario), argomento questo che non era però presente nel primo scritto. Inoltre, una delle quattro domande a risposta aperta della seconda prova scritta era fuorviante. Da quanto emerso, la commissione avrebbe infatti corretto durante la prova il testo della domanda. Un altro quesito riguardava poi la nuova riforma dell’Ordinamento penitenziario che, all’epoca delle prove scritte, non era ancora stata convertita in legge, ma sarebbe andata in vigore successivamente. Nella domanda infatti si fa chiaro riferimento ai modelli trattamentali a livello penitenziario per i minorenni che solo la nuova riforma ha introdotto.

La presenza di domande errate o fuorvianti e la violazione del bando rendono tale prova illegittima. Per tale ragione il nostro Studio legale ha avviato un ricorso per consentire l’ammissione agli orali di coloro che da tale violazione hanno subito un pregiudizio. Pertanto, possono aderire al ricorso i candidati non ammessi alle successive prove del concorso.

Per segnalare ulteriori irregolarità durante le prove, invia una mail a info@leonefell.com.

Per maggiori informazioni e per aderire al ricorso clicca qui

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


9 + 3 =