Ricorso Test Medicina 2022, tutte le irregolarità della prova!

Anche il Test Medicina 2022 è stato viziato da diverse irregolarità. Prima fra tutte una discrepanza di quasi mille posti tra il fabbisogno e i posti messi a bando, poi ancora domande errate e iperspecialistiche, violazione dell'anonimato, mancanza di controlli e utilizzo di smartphone e smartwatch in aula. Tutte queste irregolarità possono essere contestate in sede di Ricorso!

Test Medicina 2022 e l’errato calcolo del fabbisogno

Ogni anno, il numero chiuso blocca migliaia di studenti. Il numero dei posti messi a bando per i corsi di laurea a numero programmato cambia e la determinazione dei posti è stabilita dalla Conferenza Stato-Regioni che raccoglie tutte le indicazioni dagli esponenti di settore, ordini professionali, sindacati, ecc. L’ultima Conferenza Stato-Regioni ha stabilito che il fabbisogno di medici e odontoiatri per il 2022 è di 18.095 unità. Questo significa che devono essere formati necessariamente almeno 18mila nuovi medici e odontoiatri. Pertanto il Ministero avrebbe dovuto bandire altrettanti posti per il Test d’accesso al corso di laurea in Medicina e Odontoiatria 2022. In realtà, e in maniera del tutto illegittima, sono stati banditi solo 17.206 posti. Quasi mille posti in meno!

Se il trend è costante, la carenza di medici è destinata ad aumentare inesorabilmente e di conseguenza il fabbisogno sarà in continua crescita. L’ultimo report ANSA stima che entro il 2028 il Sistema sanitario nazionale si troverà con ben 80.000 medici in meno.

E chi ne pagherà le conseguenze? Tutti. Perché non ci saranno medici a sufficienza nelle strutture ospedaliere e si corre il rischio di chiusure di interi reparti che non saranno più in grado di garantire l’assistenza ai malati. È questa la sanità che vogliamo?

Leggi l’approfondimento

Domande errate e iperspecialistiche

Un test d’accesso dovrebbe selezionare i migliori studenti, i più preparati in determinate materie, al solo fine di capire chi è davvero predisposto allo studio degli argomenti cardine di un determinato corso di laurea. E invece, come accade ormai da diversi anni, i test sono viziati da domande errate o fuorvianti, domande ambigue o addirittura iperspecialistiche, domande alle quali neanche medici giuà specializzati e inseriti nel mondo del lavoro da parecchi anni saprebbero rispondere.

Ricordiamo che il test’daccesso si rivolge a studenti che hanno appena lasciato il liceo, diciottenni che provano il test per la prima volta! Come si può pretendere che un liceale abbia conoscenze specialistiche? Ecco perché anche quest’anno, il nostro staff legale ha avviato un ricorso per contestare non solo le domande errate, che presentano due o più risposte corrette o che addirittura non contengono la risposta corretta tra le opzioni previste dal Ministero, ma anche quelle iperspecialistiche.

Contestando le domande, è possibile ottenere l’aggiornamento del punteggio e ottenere l’ammissione al corso di laurea in Medicina o un punteggio idoneo, utile in vista di futuri scorrimenti.

Leggi l’approfondimento

La presenza di domande errate o iperspecialistiche può far cambiare il punteggio ottenuto. Come calcolare il nuovo punteggio?

Violazione dell’anonimato e altre irregolarità

Secondo consolidata giurisprudenza, il principio dell’anonimato s’impone in tutte le procedure concorsuali, comprese quelle relative all’accesso al corso di laurea in Medicina, in cui più concorrenti gareggiano al fine di ottenere il medesimo bene.

Il rispetto di tale principio risponde all’esigenza di salvaguardare la segretezza degli autori delle prove scritte fino a quando la correzione non sia stata ultimata al fine di garantire la parità di trattamento tra i candidati, che postula una valutazione obiettiva dei loro elaborati.

La tutela di tale principio, pertanto, richiede che gli atti riferibili ai candidati, in particolare gli elaborati, non siano riconoscibili e oggettivamente attribuibili a ciascuno di essi, se non dopo la loro avvenuta correzione.

Si parla di violazione dell’anonimato quando:

  •  i candidati sono invitati a lasciare sul banco il proprio documento di identità durante tutto lo svolgimento del test o a indossare un adesivo che in qualche modo li rende riconoscibili;
  • i candidati sono invitati a lasciare sul banco l’adesivo con il proprio codice identificativo;
  • le prove svolte non vengono imbustate in modo corretto o la compilazione del foglio anagrafe non avviene in modo corretto (ad esempio imbustate insieme, con l’adesivo recante i propri dati direttamente sul foglio delle risposte, ecc.)
Tra le altre irregolarità riscontrate la presenza di smartphone e smartwatch o altri dispositivi connessi a internet, controlli con metal detector a macchia di leopardo, e accesso di persone estranee al test durante lo svolgimento della prova, ecc.

Le nostre vittorie

Migliai di aspiranti camici bianchi hanno potuto coronare il proprio sogno grazie alle nostre azioni. Già negli scorsi anni i giudici amministrativi del Consiglio di Stato hanno accolto i ricorsi, ritenendo l’errato calcolo del fabbisogno elemento ostativo al diritto allo studio e causa della conseguente carenza di medici. “La peculiarità della vicenda relativa all’ammissione ai corsi di laurea ad accesso programmato per l’a. acc. 2018/19, sta proprio nella discrasia tra fabbisogno e minor offerta formativa proposta (…) e nell’assenza a priori di una puntuale istruttoria del MIUR per verificare se l’offerta fosse, o no, veritiera e congrua rispetto alle esigenze sottese al fabbisogno”.

Lo scorso anno, inoltre, il Consiglio di Stato ha accolto i nostri ricorsi per domande errate, disponendo l’aumento del punteggio e l’immatricolazione a Medicina!

Il nostro studio legale è da anni in prima linea per tutelare i candidati dalle irregolarità ai test d’accesso Medicina.

Come sempre, siamo pronti a difendere i vostri diritti. Clicca su INIZIA e compila il form per fare la tua segnalazione o essere ricontattato dal nostro staff legale specializzato!



28/09/2022

Categorie

Hai bisogno di altre informazioni?

small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Società

Inserisci I Dati E Ricevi La Diffida Pronta Con I Tuoi Dati!

small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Impresa individuale

Inserisci i dati e Ricevi la diffida pronta con i tuoi dati!