Home Concorsi Concorso notai, Corte Ue: illegittimo il limite di 50 anni

Concorso notai, Corte Ue: illegittimo il limite di 50 anni

Per la Corte Ue il limite previsto per l’accesso al concorso notai, fissato ad oggi a 50 anni, “appare discriminatorio” in quanto viola la Direttiva 2000/78/CE sulla parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro.

In pratica, tale limite non segue di fatto gli obiettivi indicati dal Ministero della Giustizia, ovvero quelli di garantire la stabilità dell’esercizio della professione prima del pensionamento e di agevolare il ricambio generazionale. Secondo i giudici di Lussemburgo, il quadro di norme europee in favore della parità di trattamento in materia di lavoro va in contrapposizione alla regolamentazione nazionale che fissa un limite di età di 50 anni per poter partecipare al concorso per l’accesso alla professione di notaio.

Tutto nasce dal ricorso di una candidata al concorso per 550 posti di notaio, indetto dal ministero della Giustizia, il cui limite d’età a 50 anni le avrebbe impedito la partecipazione. Il Tar aveva ritenuto fondata la questione e aveva ammesso la ricorrente alle prove. Nonostante il superamento del concorso, il Ministero aveva proposto appello al Consiglio di Stato che ha così interpellato la Corte europea che ha confermato l’illegittimità e l’illogicità della norma.

Sarà comunque il giudice nazionale ad avere l’ultima parola in merito ma dovrà rispettare i rigorosi criteri di non discriminazione indicati dalla Corte europea, tenendo inoltre in considerazione diversi fattori: il tirocinio obbligatorio di 120 giorni, il pensionamento dopo almeno 20 anni di esercizio della professione, ma possono lavorare sino ai 75 anni di età.

Per comunicazioni con il nostro staff legale invia una mail a [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here