Home fisco e tributi Crisi da sovraindebitamento? Ecco tutte le procedure per superarla

Crisi da sovraindebitamento? Ecco tutte le procedure per superarla

 

La legge n. 3 del 27.1.2012, nota anche come “Legge salva-suicidi”, regola e disciplina la composizione della crisi da sovraindebitamento. Si tratta di una normativa di grande pregio e che rappresenta una assoluta novità nel panorama italiano.

Si rivolge a tutti i soggetti (consumatore, professionista, imprenditore minore, imprenditore agricolo, start-up, ect) che si trovano in una situazione di sovraindebitamento ovvero nell’impossibilità di adempiere con il proprio reddito/patrimonio alle obbligazioni assunte. Deve trattarsi in ogni caso di soggetti che non possono subire altre procedure concorsuali.

Per cogliere la portata di questo fenomeno, si pensi che l’Agenzia delle Entrate stima una situazione generalizzata di sovraindebitamento che coinvolge il 75% delle famiglie italiane.

Il caso tipico di soggetto sovraindebitato è quello del consumatore che ha contratto debiti con le banche e/o altri istituti di credito (finanziarie), accumulando altresì debiti con lo stato (imposte, addizionali, tributi vari) o con altri enti locali (IMU, TARSU, TASI) e, non essendo più in grado di onorare i suoi pagamenti, si ritrova finanche costretto a subire delle procedure esecutive (pignoramenti immobiliari, mobiliari e presso terzi).

Questo soggetto sovraindebitato, accedendo alla procedura con l’ausilio di un professionista di fiducia, potrà ottenere anzitutto la sospensione di una eventuale procedura esecutiva in corso, una riduzione totale o parziale della sua esposizione debitoria ed un piano di rientro, per il residuo da pagare, dilazionato nel tempo e compatibile con le sue capacità rata/reddito.

Le ragioni che possono giustificare l’accesso alla procedura da sovraindebitamento possono essere diverse: a titolo esemplificativo si pensi al soggetto che subisce un licenziamento, una riduzione della retribuzione per malattie prolungate, spese mediche, spese derivanti da separazione o divorzio o ancora il soggetto che opera un temerario ricorso al credito (prestiti, finanziamenti, cessioni del quinto, etc).

Questo è il motivo per cui è necessario affidarsi a professionisti specializzati ed esperti del settore. Per qualsiasi dubbio o chiarimento non esitare a contattarci. Per comunicare direttamente con il nostro staff legale invia una mail info@leonefell.com

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


2 + 2 =