Home Ricorsi Scuola Dirigenti Scolastici e 104: diritto di precedenza nella propria regione

Dirigenti Scolastici e 104: diritto di precedenza nella propria regione

Aveva vinto il concorso per Dirigenti scolastici e, nonostante fosse beneficiario della legge 104, era stato destinato dall’algoritmo ministeriale nella sesta regione indicata tra le preferenze, pur essendoci nella sua regione di residenza ancora sedi destinate a reggenza. Il docente aveva richiesto al Miur che i benefici della 104 fossero applicati anche per la scelta della Regione, avendo indicato quella di residenza quale prima scelta. Non avendola ottenuto ha proposto ricorso e il giudice del lavoro ha accolto, statuendo la precedenza nella scelta della regione di destinazione.

L’assegnazione ai ruoli regionali – come precisato dal Miur –  è infatti avvenuta secondo l’ordine di graduatoria e le preferenze espresse dai vincitori stessi nel limite dei posti disponibili in ciascun Usr di pertinenza. E soltanto nelle operazioni di assegnazione della sede i direttori degli Uffici Scolastici Regionali hanno tenuto conto delle precedenze previste dalla legge 104/92 (articoli 21 e 33, commi 5, 6 e 7) in base alla quale i beneficiari hanno ottenuto la precedenza nella scelta della sede.

Alla luce della decisione del giudice, tutti i Dirigenti scolastici, destinatari della 104, hanno diritto alla precedenza anche nella scelta della regione di destinazione e non solo per l’assegnazione della sede. Chiunque non abbia ottenuto tale precedenza può contattare il nostro Studio legale, da anni al fianco dei docenti, per ottenere la dovuta tutela.

Per comunicare con il nostro staff legale invia una mail a info@leonefell.com

Per rimanere aggiornato iscriviti al nostro gruppo facebook “Scuola, Precariato e Concorsi”.

newsletter


Per non perderti le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


1 + 6 =