Home Approfondimenti Giuridici Ferie non godute per le Forze Armate, sì alla monetizzazione

Ferie non godute per le Forze Armate, sì alla monetizzazione

Ferie non godute per le Forze Armate, sì alla monetizzazione

mybelice-it78 giorni di licenza ordinari non goduti, non avendone potuto usufruirne in quanto in missione in Kosovo.

La richiesta, dunque, di monetizzazione di quei giorni. Negata, da parte dell’amministrazione, in quanto egli “ha chiesto, a domanda, il collocamento in aspettativa per riduzione quadri a decorrere dal 31 dicembre 2010, con evidente interruzione volontaria del rapporto di servizio con l’Amministrazione”.

Ferie non godute per le Forze Armate, i precedenti e i fatti

E’ la storia di un Ufficiale dell’Esercito italiano, che presentava nel febbraio 2011 al Comando Brigata Paracadutisti Folgore istanza di compensazione monetaria dei 78 giorni di ferie non goduti.

Una violazione dell’art. 36 e dell’art. 3 della Costituzione, secondo il militare, che peraltro rammentava alla stessa amministrazione come in passato si fosse comportata diversamente.

La vicenda ha trovato una soluzione, positiva per l’ufficiale, grazie alla pronuncia del Tar Toscana, sezione prima, che ha accolto il ricorso proposto dal militare.

A ben vedere, una situazione di carattere eccezionale (l’impiego improvviso in Territorio Operativo protratto per oltre un anno) ha determinato la fattispecie in esame.

Ferie non godute per le Forze Armate, diritto sospeso o no?

forze-armateOggetto della decisione, in particolare, era comprendere se il diritto alle ferie rimanesse sospeso per il tempo dell’utilizzazione in missione all’estero ovvero se i militari potessero chiedere il congedo ordinario.

I giudici toscani hanno dato ragione all’ufficiale: per tutto il 2009 e sino a settembre 2010 il congedo ordinario non è stato fruito per fatto di servizio e non imputabile al dipendente, impiegato non volontariamente in territorio operativo straniero, con modalità e per finalità incompatibili con la fruizione dell’ordinario periodo feriale.

La chiesta monetizzazione, dunque, è stata riconosciuta dal Tar Toscana. Una pronuncia importante per chiunque si trovasse nella medesima situazione.

Peraltro, in materia, non si tratta dell’unica pronuncia di accoglimento a favore dei militari. Poco tempo fa, invero, il Tar di Catanzaro si pronunciò su un ricorso presentato da un sovrintendente della Polizia di Stato, che richiedeva la monetizzazione delle ferie. In quel caso, i giudici calabresi sottolinearono l’insindacabilità del diritto alle ferie, giudicando idonea la monetizzazione anche per i militari.

Pertanto, tutti coloro che, per eventi indipendenti alla loro volontà, quali:

decesso;

dispensa per inidoneità permanente o assoluta;

malattia;

aspettativa;

gravidanza;

non abbiano goduto delle ferie che gli spettavano, possono chiedere la monetizzabilità delle stesse, contattandoci allo 0917794561 o mandandoci una mail a [email protected]

Per ricevere una consulenza gratuita dal nostro staff invia una mail all’indirizzo [email protected] o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Scopri l’avvocato a te più vicino visualizzando i legal point de “LA RETE DEI DIRITTI”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here