Home attualità e cronaca Possibile “terremoto” all’Ars: domani conferenza stampa

Possibile “terremoto” all’Ars: domani conferenza stampa

Palazzo-dei-Normanni-535x300Nei mesi scorsi la stampa nazionale ha più volte affrontato la vicenda Ars-Riggio, il parlamentare regionale del Pd rimasto coinvolto nello scandalo Ciapi di Palermo. In quella circostanza, lo studio legale Leone-Fell & associati scese in campo con l’Onorevole Pino Apprendi, il primo della lista dei non eletti. Apprendi, intervenuta la condanna penale dell’ex presidente del Ciapi, lo scorso dicembre ha effettivamente preso il posto di Riggio. Adesso, un nuovo capitolo di straordinaria importanza può aprirsi nella politica regionale siciliana. Numerosi deputati dell’Assemblea regionale, infatti, condannati per danno erariale rischiano di decadere.

L'onorevole Pino Apprendi
L’onorevole Pino Apprendi

Lo prevede l’ordinanza di rimessione alla Corte Costituzionale, emessa dal Tribunale di Palermo, proprio a margine del ricorso da noi presentato per conto di Pino Apprendi. I giudici palermitani hanno dichiarato rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale degli artt. 10 ter e 10 quater della l.r. 20 marzo 1951 n. 29, nella parte in cui non prevedono l’incompatibilità con la carica di deputato regionale di chi sia stato dichiarato in via definitiva responsabile verso l’ente, istituto o azienda pubblici per fatti compiuti nella qualità di amministratore ovvero impiegato dell’amministrazione regionale. In bilico, dunque, decine di poltrone dell’Ars che, in caso di accoglimento dell’eccezione sollevata dal Tribunale palermitano, decadrebbero automaticamente. I particolari della vicenda saranno resi noti domani, nel corso di una conferenza stampa, che si terrà alle ore 11, presso il nostro studio legale (via Libertà, 62), dove l’onorevole Pino Apprendi risponderà alle domande dei cronisti presenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here