Professioni sanitarie, cosa fare per il riconoscimento del titolo professionale sanitario

riconoscimento del titolo professionale sanitario

L’emergenza COVID-19 ha messo alla prova la resistenza di tutti noi ma soprattutto quella del sistema sanitario e, proprio per risolvere la grave assenza di personale qualificato, è stata data la possibilità ai professionisti stranieri, abilitati nel proprio paese di origine, di lavorare, in Italia, anche senza aver ottenuto il riconoscimento, ma questa occasione è eccezionale e temporanea.

La normativa eccezionale riguarda l’operatore socio-sanitario (OSS) e le qualifiche professionali sanitarie in genere e, quindi, medico, infermiere, dentista, veterinario, farmacista, psicologo, ostetrica, tecnico sanitario di radiologia medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, etc.

Come inoltrare la domanda di riconoscimento del titolo professionale sanitario

Ma se sei un professionista sanitario straniero e vuoi lavorare stabilmente in Italia devi partecipare a una procedura che può essere complessa perché dovrai inviare, tramite posta raccomandata, la DOMANDA DI RICONOSCIMENTO DEL TUO TITOLO PROFESSIONALE al Ministero della Salute, insieme a tutta la documentazione necessaria, in originale o copia autentica, con apostille e traduzione in italiano.

E’ molto importante presentare tutti i documenti richiesti per evitare di perdere tempo prezioso con richieste di integrazioni o, nella peggiore delle ipotesi, ricevere un provvedimento negativo.

Una volta ricevuta la tua richiesta, il Ministero la esamina attentamente e, se completa di tutti gli allegati, nel termine di quattro mesi, potrà emettere:

- decreto di riconoscimento, se vi sono i requisiti minimi di formazione;
- decreto di riconoscimento subordinato al superamento di una misura compensativa, ovvero, un esame o un tirocinio per integrare specifici ambiti disciplinari;
- provvedimento di diniego. In questo caso, non avrai più alcuna possibilità di lavorare in Italia.

Cosa fare in caso di provvedimento di diniego

E’ importante sapere che, prima del provvedimento finale di diniego, riceverai una “comunicazione preventiva” che preannuncia il futuro rigetto della tua domanda, con la possibilità di presentare delle “osservazioni di replica” e altri documenti, nel brevissimo termine di 10 giorni, per far cambiare idea all’amministrazione.

Dunque, anche in caso di diniego, non rassegnarti, l’amministrazione potrebbe aver commesso un errore nella valutazione del tuo percorso formativo.

Se hai ricevuto un decreto di diniego o delle misure compensative illegittime perché infondate o sproporzionate, potrai rivolgerti al Giudice amministrativo per contestare tale decisione, proponendo ricorso avverso il provvedimento.

E, infatti, ogni professione sanitaria prevede un diverso percorso di studi ed è proprio tale percorso che viene sottoposto al setaccio, per cui è fondamentale presentare tutti i documenti previsti (correttamente redatti) e tutte le informazioni necessarie per evitare errori o il diniego.

Se vuoi conoscere nel dettaglio la procedura, quali sono i documenti indispensabili e vuoi essere sicuro di presentare correttamente la domanda di riconoscimento del tuo titolo, il nostro team specializzato è a tua disposizione.

Potremo svolgere una valutazione preliminare del tuo percorso formativo e dei documenti che possiedi, aiutarti nel reperire quelli corretti e assisterti durante tutta la procedura amministrativa, così da inquadrare correttamente il tuo percorso e facilitare l’iter di valutazione, nonché affiancarti nell’eventuale fase contenziosa per contestare un provvedimento illegittimo.

Abbiamo già affiancato numerosi tuoi colleghi nella presentazione della domanda di riconoscimento e anche nell’ottenere il provvedimento positivo quando l’amministrazione aveva ritenuto, sbagliando, di non accogliere la domanda.

Non perdere tempo, CONTATTACI!!



20/10/2022

Categorie

Hai bisogno di altre informazioni?

var _paq = window._paq = window._paq || []; /* tracker methods like "setCustomDimension" should be called before "trackPageView" */ _paq.push(['trackPageView']); _paq.push(['enableLinkTracking']); (function() { var u="https://avvocatoleone.matomo.cloud/"; _paq.push(['setTrackerUrl', u+'matomo.php']); _paq.push(['setSiteId', '1']); var d=document, g=d.createElement('script'), s=d.getElementsByTagName('script')[0]; g.async=true; g.src='//cdn.matomo.cloud/avvocatoleone.matomo.cloud/matomo.js'; s.parentNode.insertBefore(g,s); })();
small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Società

Inserisci I Dati E Ricevi La Diffida Pronta Con I Tuoi Dati!

small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Impresa individuale

Inserisci i dati e Ricevi la diffida pronta con i tuoi dati!