Home Ricostruzione carriera e rideterminazione TFR

Ricostruzione carriera e rideterminazione TFR

tfrEntro il 31 dicembre di ogni anno, migliaia di docenti presentano la domanda di ricostruzione della carriera, con la quale viene chiesto il riconoscimento come servizio di ruolo, a fini giuridici ed economici, dell’intero servizio preruolo, con collocamento al livello stipendiale corrispondente all’anzianità di servizio maturata.

È però previsto che tale servizio venga riconosciuto, a fini giuridici ed economici, soltanto per i primi 4 anni: per la parte eccedente, il servizio verrà riconosciuto per 2/3 a fini giuridici ed economici e per il restante 1/3 a soli fini economici. Ciò comporta un notevole pregiudizio per il docente ai fini dell’inquadramento negli scaglioni retributivi, nonché ai fini dell’esatta commisurazione del TFR

A ciò si aggiunge anche il fatto che il servizio pre-ruolo prestato nelle scuole paritarie non viene riconosciuto ai fini della ricostruzione della carriera, in quanto la suddetta normativa prende in considerazione soltanto il servizio prestato nelle sole scuole pareggiate e parificate.

Invero, il personale della scuola ha diritto, ai fini della carriera, a vedersi riconosciuto tutto il servizio preruolo svolto, come chiarito dalla Cassazione, IV Sezione Lavoro, con le sentenze nn. 31149 e 31150 del 28 novembre 2019. Oltre alla Suprema Corte, numerose sentenze di merito sono state pronunciate sul punto, anche presso il Tribunale di Palermo.

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

Può aderire al ricorso il personale docente che ha già ottenuto il decreto di ricostruzione della carriera e che ha prestato servizio preruolo, oltre che nelle scuole statali, anche nelle scuole paritarie.

Il ricorso potrà essere proposto se non sono trascorsi più di dieci anni dalla data di presentazione della domanda di ricostruzione della carriera, e più precisamente entro dieci anni dalla data della conferma in ruolo.

Il termine si riduce a cinque anni qualora si debbano percepire degli arretrati, dovuti per la tardiva presentazione della domanda.

DOCUMENTI RICHIESTI

  1. copia certificato storico di servizio;
  2. copia estratto contributivo INPS.

AUTORITÀ ADITA

Giudice del lavoro

TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

INDIVIDUALE

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@leonefell.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Mobilità 2020/21 e servizio pre-ruolo, al via il reclamo avverso il...

Come per le precedenti procedure, anche questa mobilità 2020/21 presenta diverse illegittimità che penalizzano i docenti che ne hanno fatto domanda. In questi giorni,...

Novità concorso scuola straordinario e riapertura graduatorie di istituto

concorso scuola
Il Miur ha confermato che i posti messi a bando per le quattro procedure concorsuali sono 61.863 su tutto il territorio nazionale, di cui...

Concorso straordinario scuola, niente prove in estate?

concorso straordinario
Le prove del concorso straordinario per assumere 32 mila precari potrebbero non tenersi più in estate. Salta anche l'ipotesi quiz a crocette: al suo...

Romania, l’USR Lombardia reinserisce i nostri ricorrenti in graduatoria!

L’USR Lombardia, con decreto del 14.05.2020,  ha reinserito i nostri ricorrenti nelle graduatorie a seguito del riconoscimento del titolo abilitativo all’insegnamento, conseguito in Romania. Il...

Concorsi scuola, docenti esclusi: le risposte alle vostre domande!

In questi giorni, il nostro studio legale ha risposto a decine e decine di domande sulle procedure concorsuali bandite e sui relativi ricorsi. Per...
Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.