Home Concorsi Ricorso Cassazionisti: le domande errate del Test

Ricorso Cassazionisti: le domande errate del Test

l43-avvocato-avvocati-legge-121025142657_bigContinua la campagna lanciata dall’Associazione dei Giuristi Siciliani-AGIUS contro le illegittimità del test d’ammissione alla Scuola Superiore dell’Avvocatura. In queste settimane, colleghi da tutta Italia ci stanno fornendo notizie utili sulla procedura selettiva e, in particolare, sulle irregolarità che ne hanno segnato lo svolgimento.

Nei prossimi giorni, proveremo a pubblicare tutte le segnalazioni pervenute in studio e dare un quadro sempre più chiaro e completo della vicenda.

Oggi parleremo dei quesiti sottoposti ai candidati.

Questo argomento è particolarmente insidioso e può dividersi in almeno due differenti profili di censura: il primo attiene all’erronea anticipazione delle materie trattate e alla iniqua suddivisione delle stesse nei quesiti, la seconda riguarda la formulazione errata o fuorviante di alcune domande.

Oggi vorremmo affrontare questo secondo aspetto.

Sono sei i quesiti che sembrano prima facie presentare delle criticità e che sottoponiamo ai vostri commenti e suggerimenti:

  • (GC) Nei giudizi in via incidentale di fronte alla Corte costituzionale, la fissazione della causa in Camera di consiglio è disposta:
  1. a) mai
  2. b) per la soluzione delle questioni che il Presidente considera di agevole soluzione
  3. c) per la mancanza di parti costituite
  4. d) per la mancanza di parti costituite e per il carattere palesemente inammissibile o infondato della questione

sono corrette sia la c) sia la d);

  • (GC) Nei giudizi di legittimità costituzionale delle leggi, le sentenze di rigetto:
  1. a) hanno efficacia vincolante erga omnes

  2. b) non hanno alcuna efficacia vincolante
  3. c) vincolano esclusivamente il giudice a quo

  4. d) vincolano esclusivamente le parti del processo principale

sono corrette sia la c) sia la d);

  • (PC) Il sequestro conservativo:
  1. a) può avere ad oggetto beni mobili o immobili, ma non aziende o altre universalità di beni
  2. b) come il sequestro giudiziario, può avere ad oggetto beni mobili o immobili, nonché aziende o altre universalità di beni
  3. 
c) come il pignoramento, può avere ad oggetto beni mobili o immobili, nonché aziende o altre universalità di beni
  4. d) può avere ad oggetto beni mobili o immobili, nonché aziende o altre universalità di beni, purché il giudice autorizzi il sequestro nei limiti in cui la legge permette il pignoramento dell’azienda o di altre universalità di beni

secondo le segnalazioni pervenute è corretta la c) ex art. 671 cpc e non la a) indicata, invece, come corretta dalla Commissione;

  • (PC) Nei confronti delle sentenze non definitive aventi per oggetto questioni pregiudiziali di rito o questioni preliminari di merito:
  1. a) il ricorso per cassazione può essere proposto immediatamente dalla parte, che può anche proporre riserva di impugnazione differita
  2. 
b) il ricorso per cassazione non è mai proponibile
  3. 
c) tali sentenze non sono immediatamente impugnabili e il ricorso per cassazione può essere proposto – 
alla condizione che la parte interessata abbia formulato espressa riserva – allorché sia impugnata la sentenza che definisce, anche parzialmente, il giudizio
  4. d) tali sentenze non sono immediatamente impugnabili e il ricorso per cassazione può essere proposto, senza necessità di riserva, allorché sia impugnata la sentenza che definisce, anche parzialmente, il giudizio

secondo le nostre segnalazioni la risposta esatta dipendeva dalla formulazione della domanda che non presentava la specificazione se la “sentenza non definitiva” era di appello o di primo grado. Una possibile risposta poteva essere infatti la a) “il ricorso può essere proposto immediatamente dalla parte, che può anche proporre riserva di impugnazione differita” che è da considerarsi corretta se la sentenza non definitiva è di primo grado; mentre la d) è da ritenere corretta se la sentenza era da intendersi di secondo grado

la risposta corretta per la Commissione è la d)

  • (PP) Per far valere l’errore sul fatto costitutivo del reato, il ricorso della difesa dell’imputato è ammissibile in Cassazione contro la condanna per delitto doloso:
  1. a) 
solo in caso di violazione di legge
  2. 
b) solo in caso di omessa motivazione
  3. c) solo se appaia manifesto il difetto di previsione, da parte dell’imputato, dell’evento consumativo
  4. d) anche nella ipotesi in cui il giudice del merito abbia escluso che la legge attribuisca efficacia scusante alla mancata rappresentazione, da parte dell’imputato, del rapporto di dipendenza causale

secondo noi è corretta anche la risposta  a). Infatti, la riposta considerata corretta non è chiara poiché inizia con la parola “anche” e presuppone – ma non lo indica esplicitamente – i casi di violazione di legge e di omessa motivazione. Inoltre, la domanda e la risposta riguardano il diritto penale sostanziale non oggetto della prova preselettiva. Rilevata la non chiarezza della risposta considerata corretta, va considerato che non può essere valutata errata la risposta a).

la risposta corretta per la Commissione è la d)

  • (PP) In caso di riconoscimento da parte della Cassazione della nullità della decisione del Tribunale del riesame adito nei confronti di una ordinanza di custodia in carcere per violazione dei diritti difensivi nel relativo giudizio:
  1. a) la misura cautelare perde efficacia
  2. b) la misura cautelare non perde efficacia
  3. 
c) l’imputato ha diritto ad una abbreviazione della durata della custodia cautelare
  4. d) vengono concessi gli arresti domiciliari

La riposta considerata corretta è molto generica a fronte della domanda che non specifica quali fossero i diritti difensivi violati nel relativo giudizio. In assenza di una precisazione scritta che specifichi ulteriormente la domanda e la risposta non appare a priori errata la risposta a).

la risposta corretta per la Commissione è la b).

Ribadiamo che questa nostra iniziativa, al fianco di AGIUS, è gratuita e aperta alla collaborazione di tutti. Qualora vogliate darci una mano, fornire altre segnalazioni e aderire al ricorso cliccate su raccontaci la tua esperienza

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


4 + 3 =