Home Concorsi Scuola, 90mila posti: concorso o stabilizzazione precari?

Scuola, 90mila posti: concorso o stabilizzazione precari?

Scuola_Concorso

Circa 90mila cattedre da coprire nel più breve tempo possibile. Sono questi i numeri del comparto scuola che destano non poca preoccupazione. Si tratta dunque di 60mila docenti più 27mila pensionamenti. E, visti i numeri, il concorso straordinario  e i concorsi ordinari annunciati, non dovrebbero bastare a colmare il gap della scuola.

Con il Dl 44/2021 sono state definite le nuove regole per sbloccare i concorsi già banditi, per quelli che saranno banditi durante lo stato di emergenza e per quelli a regime. I posti previsti dalla Dipartimento della Funzione Pubblica sono infatti 91mila, tra posti messi a bando o da bandire.

Sono stati già banditi:

  • concorso ordinario secondaria primo e secondo grado, 33.000 posti
  • concorso ordinario per infanzia e primaria 12.861 posti

Previsto anche il VI ciclo TFA sostegno, per il quale sono previsti 6.191 posti

Restano da bandire:

  • concorso IRC
  • concorso Dirigente Tecnico

A terrorizzare i futuri insegnanti è proprio il Dl 44 e in particolare l’art. 10, cioè quello che prevede nella Pa concorsi basati su una sola prova scritta e una orale ma soprattutto cancella le preselettive, parlando di “una fase di valutazione dei titoli legalmente riconosciuti ai fini dell’ammissione alle successive fasi concorsuali” e aggiunge che “i titoli e l’eventuale esperienza professionale, inclusi i titoli di servizio, possono concorrere alla formazione del punteggio finale”. Un vero e proprio problema per i più giovani, che sembrano essere i più penalizzati dalla riforma!

Per comunicare con il nostro staff legale invia una mail a [email protected]

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here