Home Scuola Scuola, fase B: solamente 288 cattedre in Sicilia

Scuola, fase B: solamente 288 cattedre in Sicilia

il-manifesto-della-buona-scuola_385841Sono poco più di 16mila le cattedre disponibili per le assunzioni a scuola, quasi tutte al Nord Italia. Per le migliaia di precari della scuola siciliana le paure della vigilia si sono trasformate in realtà concreta: gli insegnanti che vorranno entrare di ruolo dovranno inevitabilmente accettare una sede al di fuori della terra natia. Nella cosiddetta fase B, infatti, sono stati messi a disposizione 16.210 posti, quasi tutti nelle regioni settentrionali. La sede in cui gli insegnanti verranno mandati nella temutissima fase B del piano di assunzioni della Buona scuola sarà resa nota ai destinatari tra il primo e il 2 di settembre attraverso una mail. Gli insegnanti che, tra il primo e l’8 settembre, riusciranno ad ottenere una supplenza in provincia potranno rinviare la partenza, posticipandola fino al 30 giugno 2016. Il Ministero dell’Istruzione ha diramato la griglia dei posti disponibili nelle regioni italiane. Le cattedre disponibili in Sicilia sono appena 288, posti che rimarranno probabilmente vacanti perché relativi a materie per le quali ormai mancano i pretendenti anche al Sud. Nettamente differenti i numeri di posti per la Lombardia, dove le disponibilità ammontano a 5.584, mentre sono 4mila in totale tra Piemonte e Veneto. Lunedì scorso, a Palermo, gli “immobilizzati” di ruolo hanno reclamato i posti di sostegno “residuali” assegnati all’Isola. Un tentativo, però, rivelatosi vano visto che il vertice dei giorni scorsi all’Ufficio scolastico regionale ha dato esito negativo. I posti di sostegno in deroga andranno tutti a docenti, precari e di ruolo, con il titolo di specializzazione. L’anno scolastico è alle porte, e ai nastri di partenza le polemiche sono già infinite.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here