Home Ricorsi Medicina Specializzazioni mediche, graduatorie chiuse e posti vacanti: al via il ricorso

Specializzazioni mediche, graduatorie chiuse e posti vacanti: al via il ricorso

Lo scorso 31 ottobre il Miur ha chiuso le graduatorie per le Specializzazioni mediche, senza però tenere conto delle eventuali rinunce e dei relativi posti rimasti vacanti. Diversi giovani medici non hanno così potuto proseguire gli studi, nonostante la presenza di numerosissime borse ministeriali finanziate e mai assegnate. Per tutelare il diritto allo studio, il nostro staff legale ha avviato un’azione per chiedere la ricognizione di tutti i posti vacanti e la riassegnazione di tali posti, consentendo così l’immatricolazione a chi è rimasto fuori.

Anche il Consiglio di Stato, lo scorso anno, ha accolto i nostri ricorsi e consentito ai nostri ricorrenti di immatricolarsi, usufruendo proprio dei posti rimasti vacanti.

Leggi: Specializzazioni mediche: vittoria al Consiglio di stato per l’assegnazione dei posti vacanti

Il Ministero infatti, ogni anno, chiude le graduatorie e non prevede ulteriori scorrimenti, senza però verificare la presenza di posti vacanti a causa di rinunce all’immatricolazione o addirittura post iscrizione. Centinaia di posti e relative borse che rischiano di andare perdute a fronte di migliaia di medici che invece rimangono fuori.

Il concorso nazionale prevede che la scelta della Scuola di specializzazione avvenga solo in base al punteggio ottenuto. Così mentre i primi classificati hanno potuto scegliere dove immatricolarsi, con lo scorrimento della graduatoria le scelte si sono drasticamente ridotte. In molti, quindi, non trovando posto nelle scuole di interesse hanno preferito rinunciare al posto, piuttosto che ripiegare in una branca di non gradimento.

Il Miur avrebbe dovuto tenere conto di queste rinunce e rimettere i posti lasciati liberi a disposizione degli altri giovani camici bianchi classificatisi successivamente. Invece, in maniera del tutto immotivata, ha chiuso le graduatorie e lasciato fuori centinaia di medici, nonostante l’evidente presenza di moltissimi posti liberi.

Per ulteriori informazioni potete contattare lo studio legale inviando una mail a info@leonefell.com

Per maggiori informazioni e per aderire al ricorso clicca qui

newsletterPer non perderti le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletterRiceverai, direttamente nella tua casella di posta elettronica, notizie sulle nostre campagne legali, informazioni utili su tasse e rimborsibanche e mutuidiritti dei consumatoriscuolasanità, oltre a informazioni dettagliate su bandi e concorsi pubblici, e molto altro ancora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


8 + 5 =