Home Test d'Ammissione Test Medicina: precisazioni sulle irregolarità a Tor Vergata

Test Medicina: precisazioni sulle irregolarità a Tor Vergata

Medicina-PoliclinicoIn merito all’articolo pubblicato in data 23 Settembre 2015 (sotto riportato), relativo alle segnalazioni di irregolarità presso l’ateneo romano di “Tor Vergata“, deve essere precisato quanto segue:

  • la mancanza delle firme sul pacco contenente le schede anagrafiche delle prove svolte presso l’aula 2 è stata confermata ed effettivamente verbalizzata dalla Commissione al termine delle operazioni di apertura delle scatole;
  • le Forze dell’Ordine non hanno ritenuto necessario accedere all’interno dell’aula Bovet dove si stava svolgendo la seduta pubblica e dove si trovavano i pacchi, nonostante ne avessero piena disponibilità;
  • L’interessamento del Commissariato di Roma – sezione Romanina è avvenuto a seguito della chiamata dei ragazzi e al momento non risulta aperta nessuna inchiesta.

Le precisazioni sopra riportate confermano comunque la mancanza di firme nella scatola contenente le schede anagrafiche.

Per ulteriori segnalazioni scrivete nell’apposita sezione “Raccontaci il tuo caso”

ECCO IL TESTO DEL PRECEDENTE ARTICOLO PRIMA DELLA RETTIFICA:

In questi minuti un’importante segnalazione è giunta al nostro studio in merito ad ulteriori presunte irregolarità verificatesi durante lo svolgimento dei test di ingresso alla facoltà di Medicina. Questa mattina alcuni ragazzi si sono recati all’università di “Tor Vergata” di Roma, edificio B aula Bovet, per seguire l’apertura pubblica dei pacchi contenenti le schede anagrafiche relative alle prove svolte lo scorso 8 settembre. In particolare, il pacco contenente le anagrafiche dei test svolti presso l’aula 2 di Ingegneria, risultava privo delle firme dei testimoni e della commissione. I ragazzi, non ottenendo la verbalizzazione di quanto scoperto, hanno contattato la Polizia, accorsa con due pattuglie, e sono stati convocati i membri della Commissione. Stando alle testimonianze, sul posto sarebbe giunto anche il Rettore in persona. Le forze dell’ordine non sarebbero state fatte entrare nei locali dove sono custoditi i pacchi. La Commissione ha dialogato con la Polizia, confermando che il pacco era integro ma non risultavano apposte le firme dei testimoni così come previsto dall’articolo 6 del bando di concorso D.M.3 luglio 2015, n. 463. Della vicenda si sta occupando il Commissariato di Roma sezione Romanina. Il nostro staff ha immediatamente contattato le forze dell’ordine, chiedendo l’accesso al verbale predisposto. Verrete aggiornati sulla vicenda nelle prossime ore.

Per le segnalazioni, scriveteci a “Raccontaci il tuo caso”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here