Home Test ammissione Medicina e Odontoiatria 2015 Test Medicina: il Tar del Lazio accoglie i nostri ricorsi sull’anagrafica

Test Medicina: il Tar del Lazio accoglie i nostri ricorsi sull’anagrafica

Esame_scuola_banchi__thumb400x275Oggi e’ stato un giorno importante per la nostra lotta contro i test di medicina: il TAR del Lazio, con ordinanza cautelare, ha infatti accolto i ricorsi del nostro studio aventi ad oggetto i tanto criticati quiz d’ammissione.
Nello specifico, a finire sotto la lente d’ingrandimento dei Giudici capitolini sono state le azioni miranti a far ottenere la riammissione in graduatoria degli studenti esclusi per la mancata sottoscrizione della scheda anagrafica. Il Tar, infatti, confermando quanto già stabilito lo scorso 6 Ottobre con decreto monocratico, ha riconosciuto il diritto dei nostri ricorrenti ad essere inseriti all’interno delle graduatorie, “non costituendo la mancata sottoscrizione della scheda anagrafica motivo per l’annullamento della prova”.
Tutto ha avuto inizio lo scorso 2 Ottobre quando, dinnanzi ai primi atti di annullamento, il nostro studio legale ha immediatamente diffidato il Ministero dall’emanare tali provvedimenti. L’illegittimità di tali esclusioni, infatti, è apparsa sin da subito lampante. La previsione di annullamento della prova per “mancata sottoscrizione”, difatti, è stata introdotta dal MIUR, attraverso una circolare, solo dopo parecchi giorni dalla fine dei test. In altre parole, con una mossa a sorpresa, il Ministero aveva cambiato le regole del gioco solo dopo che la partita fosse finita. Peccato che per giurisprudenza costante, le norme “escludenti” debbano essere inserite nel bando e, soprattutto, debbano essere conosciute dai candidati prima dell’inizio della prova.
Oggi finalmente giustizia è fatta in quanto, come affermato dal Collegio Giudicante “considerato che l’annullamento della prova di ammissione sostenuta dal ricorrente risulta disposta per motivi formali […] in assenza di una specifica previsione di bando al riguardo Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza Bis) accoglie la domanda cautelare e per l’effetto conferma il decreto presidenziale di ammissione di parte ricorrente alla graduatoria de qua”.
Una nuova vittoria, quindi, che ci da forza per le nostre prossime battaglie sui test d’ammissione.

Per maggiori informazioni sulle nostre azioni avverso i Test d’ammissione clicca qui

Articolo a cura del Dott Paolo Palizzolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


2 + 2 =