Home Ricorsi Medicina Test Medicina, niente “aiuto” per studente con DSA: il Tar accoglie il...

Test Medicina, niente “aiuto” per studente con DSA: il Tar accoglie il ricorso!

 

 

DSAAffetto da ipovisione degenerativa, uno studente aveva richiesto l’ausilio di particolari strumentazioni per poter partecipare al test d’accesso in Medicina, ma l’ateneo, nonostante la disponibilità delle attrezzature, non ha fornito l’adeguato supporto al candidato che ha così proposto ricorso. I giudici del Tar hanno accolto e disposto l’immatricolazione.

Poiché non era in grado di decodificare e comprendere visivamente tratti scritti di piccole dimensioni, aveva chiesto un supporto visivo, in aggiunta agli ausili già concessi l’anno precedente (tutor e tempo supplementare), ma l’Università, nonostante disponesse di tali strumentazioni e avesse già concesso allo studente di effettuare una prova, al test non gli avrebbe fornito gli strumenti compensativi adeguati alla sua disabilità.

La mancanza di tali forme di supporto avrebbe dunque impedito al ricorrente di leggere in autonomia il testo d’esame e di comprendere le domande e le possibili risposte. La Commissione, ignorando di fatto la disabilità, non lo avrebbe messo nelle condizioni di svolgere la prova in modo adeguato, creando una situazione di palese ingiustizia e di disparità di trattamento.

Proprio per le prove di ammissione, il D.M. 12 luglio 2011, n. 5669, emanato in attuazione della legge n. 170/2010, all’art. 6, comma 8, prevede che “sono previsti tempi aggiuntivi, ritenuti congrui alla tipologia di prova e comunque non superiori al 30% in più rispetto a quelli stabiliti per la generalità degli studenti, assicurando altresì l’uso degli strumenti compensativi necessari in relazione al tipo di DSA”.

Pertanto, chiunque sia affetto da DSA e nonostante la necessaria segnalazione all’amministrazione e richiesta di ausilio per lo svolgimento del test, non abbia ricevuto la necessaria assistenza può proporre ricorso e chiedere l’immatricolazione al corso di laurea a numero programmato.

Il nostro Studio legale, da sempre al fianco degli studenti nella tutela dei diritti, offre gratuitamente la richiesta di accesso agli atti presso l’ateneo in cui si è effettuato il test d’accesso.  Per contattare il nostro staffe legale invia una mail a info@leonefell.com

Se desideri inviarci una segnalazione, compila il form qui in basso. Se non hai notato alcuna anomalia, ma desideri ugualmente essere informato sugli sviluppi della vicenda e sulle nostre azioni, compila il form e sarai informato tempestivamente!

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


3 + 1 =