Home Abilitazione Forense Abilitazione avvocati, sentenza breve di accoglimento del TAR Milano

Abilitazione avvocati, sentenza breve di accoglimento del TAR Milano

Abilitazione avvocati, sentenza breve di accoglimento del TAR Milano

Abilitazione avvocati 2015, accoglimento dei primi ricorsi

Con un recentissimo articolo vi avevamo reso edotti della possibilità di promuovere ricorso per la irregolarità nella composizione della Commissione che ha corretto gli elaborati.
Con una pronuncia (gli accoglimenti totali sono quattro clicca qui per leggere i provvedimenti 1234) pubblicata in data odierna il TAR Lombardia, con sentenza breve, ha accolto il ricorso promosso da un candidato, disponendo la rinnovazione della correzione delle prove scritte, affermando che risulta incontestabilmente applicabile “alla vicenda la legge 31 dicembre 2012, n. 247, recante Nuova disciplina dell’ordinamento della professione forense, ed in particolare l’art. 47, rubricato Commissioni di esameIn relazione alla composizione delle commissioni dispone dunque, ai primi tre commi, il citato art. 47: «1. La commissione di esame è nominata, con decreto, dal Ministro della giustizia ed è composta da cinque membri effettivi e cinque supplenti, dei quali: tre effettivi e tre supplenti sono avvocati designati dal CNF tra gli iscritti all’albo speciale per il patrocinio davanti alle giurisdizioni superiori, uno dei quali la presiede; un effettivo e un supplente sono di regola prioritariamente magistrati in pensione, e solo in seconda istanza magistrati in servizio; un effettivo e un supplente sono professori universitari o ricercatori confermati in materie giuridiche. 2. Con il medesimo decreto, presso ogni sede di corte d’appello, è nominata una sottocommissione avente composizione identica alla commissione di cui al comma 1. 3. Presso ogni corte d’appello, ove il numero dei candidati lo richieda, possono essere formate con lo stesso criterio ulteriori sottocommissioni per gruppi sino a trecento candidati»La legge 247/2012 non riproduce la norma, contenuta nel previgente art. 22, comma 5, del RD 27 novembre 1933, n. 1578, recante Ordinamento delle professioni di avvocato e di procuratore, relativa alla fungibilità tra membri titolari e membri supplenti della commissioni e delle sottocommissioni, secondo cui «…I supplenti intervengono nella commissione e nelle sottocommissioni in sostituzione di qualsiasi membro effettivo…», su cui si fondava lo stabile orientamento giurisprudenziale, formatosi nel vigore delle previgenti disposizioni legislative, secondo cui i componenti delle commissioni giudicatrici degli esami di abilitazione all’esercizio della professione forense sono fra loro fungibili (ex plurimis, Cons. Stato, Sez. IV, 17 settembre 2004, n. 6155)” (TAR Lombardia, Milano, 12 settembre 2016, n. 1647/2016).

Abilitazione avvocati 2015, termini per aderire al ricorso

Quanto affermato dal TAR Lombardia – Milano è chiaramente applicabile anche in favore di coloro che hanno sostenuto la prova presso un’altra Corte di Appello.
Pertanto, per chi avesse riscontrato tale discrasia (errata composizione della commissione di correzione) e fosse interessato a promuovere un’azione legale, di seguito si trascrivono i termini per aderire, distinti per Corti di Appello di appartenenza del candidato:
Firenze 14.09
Milano 14.09
Ancona 18.09
Catanzaro 19.09
Perugia 19.09
Roma 20.09
Caltanissetta 20.09
Genova 21.09
L’Aquila 21.09
Messina 22.09
Bari 22.09
Bologna 20.09
Cagliari 22.09
Palermo 26.09
Catania 25.09
Trieste 22.09

Abilitazione avvocati , raccontateci la Vostra esperienza

Per avere maggiori informazioni, contattateci allo 0917794561.
Per restare aggiornati sulle ultime notizie, iscrivetevi al nostro Gruppo Facebook
Per aderire al ricorso scarica i moduli cliccando qui.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


2 + 2 =