Home diritto del lavoro Bonus assunzione 2019: sconto contributi per chi assume lavoratori in Cassa integrazione

Bonus assunzione 2019: sconto contributi per chi assume lavoratori in Cassa integrazione

Abbiamo già analizzato il bonus assunzioni e le agevolazioni previste per il Mezzogiorno, per gli under 35, per i giovani Neet, per le eccellenze e per le donne egli over 50 disoccupati. Oggi approfondiamo gli incentivi per chi assume lavoratori in Cigs, ovvero in Cassa integrazione.  

Le aziende che assumeranno i lavoratori in Cigs potranno beneficiare di un bonus contributivo del 50% per i primi 18 mesi di contratto, se a tutele crescenti, oppure per i primi 12 mesi se il contratto è a termine, sino a un tetto massimo di 4.030 euro l’anno. Se il lavoratore cassintegrato trova dunque un nuovo lavoro, il precedente rapporto si risolve e saranno riconosciuti degli incentivi sia al lavoratore che all’azienda che lo assume.

Al lavoratore possono essere corrisposti degli incentivi all’esodo: fino alle prime nove mensilità, completamente esentasse. Nel caso in cui l’azienda riconosca ulteriori mensilità, per rendere più conveniente l’uscita dal lavoro, anche le somme aggiuntive saranno trattate come incentivi all’esodo.

Per il lavoratore c’è poi un secondo bonus, pari al 50% della cassa integrazione residua: ad esempio, se l’interessato viene assunto dopo 6 mesi e ha ancora diritto a 18 mesi di Cigs, beneficia di un incentivo pari a 9 mensilità di integrazione salariale, oltre allo stipendio che percepirà dal nuovo datore di lavoro.

Per ulteriori informazioni o per chiedere una consulenza al nostro Studio Legale, invia una mail a info@leonefell.com

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


6 + 4 =