Home Concorsi Concorso 197 allievi Polizia Penitenziaria: al via il ricorso

Concorso 197 allievi Polizia Penitenziaria: al via il ricorso

Pubblicata la graduatoria del concorso pubblico per 197 Allievi agenti di Polizia Penitenziaria.

197 allievi Polizia Penitenziaria, al via il ricorso

ricalcolo pensioniCome per il concorso per 1220 allievi agenti di Polizia Penitenziaria, anche in questo concorso, il Ministero da un lato aveva previsto un punteggio minimo per superare le prove scritte (6/10) e dall’altro aveva stabilito un contingente numerico di candidati che, nei fatti, hanno superato la prova scritta.

In particolare, in conformità con quanto disposto dalle normative nazionali in materia, il bando ha disposto che “la prova si intende superata dai candidati che abbiano riportato la votazione di almeno sei decimi”.

In realtà, sempre nel bando, viene specificato anche che sono ammessi a sostenere le prove successive: “i candidati di sesso maschile e femminile risultati idonei alla prova scritta e classificatisi rispettivamente tra i primi 370 e 125 in ordine di merito. Sono, inoltre, ammessi i candidati che abbiano riportato lo stesso punteggio del concorrente collocatosi all’ultimo posto.
Qualora il numero degli idonei al termine degli accertamenti di cui ai successivi articoli 11 e 12 risulti inferiore al numero dei posti a concorso, ovvero per ulteriori ed eventuali esigenze sopravvenute, l’Amministrazione, si riserva la facoltà di convocare un’ulteriore aliquota di candidati risultati idonei alla prova culturale”.

In modo indiscriminato, quindi, il Ministero ha stabilito una quota di candidati che avranno accesso alle prove successive in contraddizione con il punteggio minimo previsto sia dal bando di concorso sia dalla disciplina di settore prevista per l’accesso degli allievi agenti della polizia penitenziaria.

Riteniamo che tale comportamento sia illegittimo. La giustizia amministrativa ha, più volte, dichiarato illegittimo detto modus operandi.

Nel mese di maggio il Consiglio di Stato ha accolto il nostro ricorso e ha ammesso 50 ricorrenti difesi dal nostro studio a sostenere le successive prove del concorso per 1148 allievi agenti della polizia di Stato (clicca qui per leggere la notizia).
Anche in quel caso, i ricorrenti difesi dallo studio avevano ottenuto un punteggio minimo di 6/10 ma non rientravano nel contingente numerico previsto dall’Amministrazione.

Tutti coloro che allo scritto hanno ottenuto un punteggio pari o superiore a 6/10 potranno proporre ricorso al fine di accedere alle successive prove concorsuali.

Per maggiori informazioni e per aderire ai ricorsi 1220 e 197 allievi agenti di Polizia Penitenziaria clicca qui

Per informazioni invia una mail a info@avvocatoleone.com o compila il form “Raccontaci il tuo caso“.

Per non perderti le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletterRiceverai, direttamente nella tua casella newsletterdi posta elettronica, notizie sulle nostre campagne legali, informazioni utili su tasse e rimborsibanche e mutuidiritti dei consumatoriscuolasanità, oltre a informazioni dettagliate su bandi e concorsi pubblici, e molto altro ancora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


6 + 4 =