Home attualità e cronaca Concorso per 250 Assistenti sociali, domande entro il 12 marzo

Concorso per 250 Assistenti sociali, domande entro il 12 marzo

2698
0

Il ministero della Giustizia ha indetto un concorso per 250 Assistenti sociali, che saranno impiegati presso il dipartimento per la Giustizia minorile di comunità. Il bando è finalizzato all’assunzione a tempo indeterminato di Funzionari di servizio sociale ed è rivolto a laureati abilitati all’esercizio della professione di Assistente Sociale. Per partecipare al concorso c’è tempo fino al 12 marzo 2018.

L’assunzione è subordinata al superamento delle prove, scritte e orali, e di un periodo di prova di 4 mesi. Le domande di partecipazione al concorso dovranno essere presentate, esclusivamente per via telematica, attraverso l’apposito form online, entro il 12 marzo 2018.

Concorso per 250 Assistenti sociali, i requisiti

Possono partecipare al concorso per Assistenti sociali tutti coloro che posseggono i seguenti requisiti:

– cittadinanza italiana;
– godimento dei diritti civili e politici;
– laurea in Scienze del servizio sociale o equipollente. Sono considerati validi anche i diplomi universitari in servizio sociale o i diplomi di assistente sociale conseguiti ai sensi del DPR 15 gennaio 1987, n. 14;
– abilitazione all’esercizio della professione di assistente sociale;
– iscrizione all’albo professionale degli assistenti sociali;
– idoneità fisica;
– qualità morali e di condotta previste dall’articolo 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
– non essere stati destituiti o licenziati a seguito di procedimento disciplinare, o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, o dichiarati decaduti da un impiego pubblico per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi, o interdetti dai pubblici uffici per effetto di sentenza passata in giudicato.

Concorso per 250 Assistenti sociali, le prove d’esame

La selezione sarà articolata in più prove:

  • un’eventuale prova preselettiva, da effettuarsi solo nel caso in cui i candidati siano in numero superiore a 1000, mediante la somministrazione di  un quiz a risposta multipla;
  • due prove scritte:
    – diritto penitenziario con particolare riferimento alle misure alternative e sostitutive alla detenzione e alle sanzioni di comunità, per adulti e minori, anche nella prospettiva sovranazionale;
    – modelli, tecniche e strumenti di metodologia del servizio sociale;
  • e una prova orale che riguarderà gli argomenti oggetto delle prove scritte e, in aggiunta, anche le seguenti materie:
    – elementi di diritto penale, di procedura penale e di diritto di famiglia e dei minori;
    – etica e deontologia professionale dell’Assistente Sociale;
    – elementi di criminologia e sociologia della devianza;
    – elementi di diritto amministrativo;
    – accertamento della conoscenza di una lingua straniera scelta dal candidato tra inglese, francese, tedesco o spagnolo;
    – accertamento della conoscenza dell’uso di apparecchiature e applicazioni informatiche.

Lo studio legale Leone – Fell & Associati monitorerà il corretto svolgimento delle varie fasi dei concorsi e assisterà tutti coloro che ritengono di aver subito un pregiudizio.

Per informazioni invia una mail a info@avvocatoleone.com o compila il form “Raccontaci il tuo caso“.

Per non perderti le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletterRiceverai, direttamente nella tua casella newsletterdi posta elettronica, notizie sulle nostre campagne legali, informazioni utili su tasse e rimborsibanche e mutuidiritti dei consumatoriscuolasanità, oltre a informazioni dettagliate su bandi e concorsi pubblici, e molto altro ancora.

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


4 + 3 =