Home Concorsi Concorso 536 allievi Marescialli: chi può accedere alle prove fisiche

Concorso 536 allievi Marescialli: chi può accedere alle prove fisiche

Lo scorso 26 aprile 2018 è stato pubblicato l’elenco degli ammessi alle prove di efficienza fisica del Concorso per 536 Allievi Marescialli del ruolo Ispettori dell’Arma dei Carabinieri.

Dall’elenco risulta però che solo i primi 2800 (oltre coloro che hanno riportato lo stesso punteggio dell’ultimo candidato ammesso) hanno avuto accesso alle prove di efficienza fisica, ovvero chi ha conseguito un punteggio pari a 83/100.

Sono pertanto stati esclusi dalla possibilità di accedere alle prove fisiche chi ha ottenuto alla prova preselettiva un punteggio sufficiente (punteggio pari o superiore a 60/100) ma comunque inferiore alla soglia del contingente arbitrariamente disposta dal Ministero della Difesa.

In modo indiscriminato, quindi, il Ministero ha stabilito una quota di candidati che avranno accesso alle prove successive, in contraddizione con il punteggio minimo previsto dal bando di concorso.

Riteniamo che tale comportamento sia illegittimo e, pertanto, tutti coloro che allo scritto hanno ottenuto un punteggio pari o superiore a 60/100 debbano accedere alla prova successiva.

Di recente la giurisprudenza ha cambiato orientamento. Proprio qualche settimana è stato pubblicato un provvedimento cautelare dal Consiglio di Stato che ha disposto l’ammissione dei ricorrenti a sostenere le prove fisiche. Si tratta dei partecipanti al concorso per 1148 Allievi Agenti della Polizia di Stato che conteneva la medesima clausola di sbarramento, ovvero un punteggio minimo per essere ammessi alle prove successive e, contestualmente, anche un illegittimo contingente numerico.

Per questo motivo, il nostro studio legale ha deciso di proporre ricorso al Tar e consentire a tutti coloro che hanno ottenuto un punteggio pari o superiore a 60/100 di partecipare alle prove successive del concorso.

Per maggiori informazioni e per aderire al ricorso clicca qui

Per informazioni invia una mail a info@avvocatoleone.com o compila il form “Raccontaci il tuo caso“.

Per non perderti le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletterRiceverai, direttamente nella tua casella newsletterdi posta elettronica, notizie sulle nostre campagne legali, informazioni utili su tasse e rimborsibanche e mutuidiritti dei consumatoriscuolasanità, oltre a informazioni dettagliate su bandi e concorsi pubblici, e molto altro ancora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


7 + 4 =