Home #IOINSEGNO Concorso Docenti, quante irregolarità

Concorso Docenti, quante irregolarità

Concorso Docenti, quante irregolarità…

Concorso Docenti 2Nelle ultime settimane, attraverso la nostra casella mail info@avvocatoleone.com ed il nostro form “Raccontaci il tuo caso”, abbiamo ricevuto numerosissime segnalazioni di presunte irregolarità relative allo svolgimento e la valutazione delle prove scritte del Concorso Docenti 2016.

Per tale motivo, il nostro studio legale ha deciso di fare chiarezza e di individuare quelle che, in concreto, possono essere state le irregolarità che hanno caratterizzato le fasi del Concorsone che hanno preceduto le prove orali.

Concorso Docenti, le griglie di valutazione

Molte delle segnalazioni pervenuteci riguardano la presunta assenza delle griglie di valutazione e la composizione delle Commissioni Esaminatrici.

Occorre, a tal proposito, precisare che, ai fini della regolarità della procedura di selezione, la Griglia di Valutazione deve essere adottata dalla Commissione Esaminatrice in una data che sia anteriore rispetto a quella della correzione delle prove.

Verificare ciò è alquanto semplice, basterà andare sul sito della Vostra USR di riferimento ed entrare nell’area riservata al Concorso Docenti 2016. Da lì sarà possibile risalire ai decreti di approvazione per ogni singola classe di concorso.

Ma come fare a sapere se questo è regolare e quindi antecedente alla data di correzione della prova scritta?

Semplice! Cliccando qui potrai trovare un’apposita istanza di accesso agli atti con la quale richiedere, tra gli altri documenti, i verbali di correzione della vostra prova scritta.

Il consiglio è quello di presentare l’istanza con la formula dell’urgenza, in modo tale da evitare inutili ritardi per ottenere la documentazione richiesta.

Concorso Docenti, le Commissioni Esaminatrici.

Concorso Docenti 3Tra le varie segnalazioni, numerose sollevano dei dubbi sulla corretta composizione delle Commissioni Esaminatrici.

Ciò in quanto sussistono dei dubbi circa il possesso dei requisiti dei quali devono essere in possesso i vari commissari, che sono individuati dal DM 96/2016.

Anche in questo caso l’unico modo per sciogliere i dubbi circa il rispetto di tali requisiti è la presentazione di un’istanza di accesso agli atti con la quale richiedere, tra gli altri documenti, la copia delle istanze degli aspiranti commissari presentate ai sensi del DM 97/2016.

Clicca qui per scaricare l’istanza di accesso agli atti.

Anche in questo caso consigliamo vivamente di presentare l’istanza di accesso con il requisito dell’urgenza, in modo tale da evitare il decorso dei termini per la proposizione di un eventuale ricorso.

Articolo a cura del Dott. Marco Cassata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


9 + 6 =