Home Medicina Generale MMG, posti vacanti: al via il ricorso per chi non è in...

MMG, posti vacanti: al via il ricorso per chi non è in graduatoria

Con l’ultimo Decreto ministeriale è stato ampliato il termine dello scorrimento della graduatoria degli idonei al concorso MMG 2020/2023 a 150 giorni dalla data di inizio del corso di formazione.

Con tale provvedimento, dunque, si è provveduto a un ennesimo scorrimento della graduatoria per assegnare i posti rimasti vacanti per cancellazione, rinuncia, decadenza o altri motivi, mantenendo però invariato il limite del punteggio minimo richiesto per l’immatricolazione. Terminate le assegnazioni degli idonei, molti posti sono dunque rimasti vacanti. 

Riteniamo illegittimo che tali posti vadano perduti e pertanto chiediamo l’assegnazione anche a coloro che non hanno raggiunto il limite di 60 punti. 

Il nuovo bando, pubblicato lo scorso 10 dicembre per l’accesso al Corso di Formazione specifica in Medicina Generale per il triennio 2021/2024, a differenza del precedente, non prevede alcun punteggio minimo per superare il concorso, nel limite dei posti banditi, ragion per cui tale limite appare oggi ancor più irragionevole.

Il nostro staff legale, in virtù dell’esperienza pregressa e del positivo risultato già ottenuto lo scorso anno, ha deciso di attivare un ricorso per consentire ai candidati di MMG che hanno ottenuto un punteggio al di sotto della soglia di idoneità, di ottenere uno dei posti rimasti vacanti.

Per maggiori informazioni sul ricorso, compila il form:

Se sei in possesso di documentazione relativa al caso, puoi allegare documenti, immagini e altri file, in modo da consentirci una maggiore conoscenza della tua situazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here