Home Concorsi Navigator, esclusi dalla selezione del 18 giugno: al via il ricorso

Navigator, esclusi dalla selezione del 18 giugno: al via il ricorso

Oltre 20mila candidati in possesso dei requisiti per partecipare al bando di selezione pubblicato dall’Anpal per l’assunzione di Navigator sono rimasti esclusi. L’art. 6 del bando, infatti, prevedeva l’ammissione alla selezione dei candidati “in possesso dei requisiti di ammissibilità richiesti dall’art. 3 del presente Avviso, secondo un rapporto di 1 a 20 tra posizioni ricercate e candidature pervenute su base provinciale, in ragione del miglior voto di laurea”.

In altre parole, in base alla provincia scelta, alcuni candidati sono stati ammessi e altri, seppur con un voto di laurea maggiore, invece, sono stati esclusi. Un fattore questo fortemente discriminatorio che non garantisce eguaglianza e parità di trattamento tra i candidati.

Per il nostro staff legale si tratta di una clausola illegittima che è possibile contestare al Tar per consentire ai candidati esclusi, ma in possesso dei requisiti, di partecipare alla selezione.

In altre occasioni, in Giudici amministrativi hanno dichiarato illegittima tale procedura selettiva chiarendo che una simile scelta “non possa di per sé giustificare la previsione di un ulteriore requisito di accesso alla relativa procedura selettiva, integrando essa – come visto – una deroga al principio generale, vigente in materia, sancito al citato art. 2, comma 6, del d.P.R. n. 487/1994, che non può dunque fondarsi sulla semplice volontà dell’ente di limitare preventivamente il numero dei partecipanti al concorso”.

Per il nostro Studio legale è illegittimo non solo il voto di laurea quale discriminante, ma ancora di più il fatto che non lo sia in senso assoluto, ma che possa variare in base al numero di domande per provincia. Può infatti succedere che chi ha preso 100 sia stato ammesso in una data provincia, mentre chi ha preso 107 sia stato escluso, solo perché nella sede scelta il numero di domande era maggiore.

Se sei stato escluso dalla selezione ma sei in possesso dei requisiti, aderisci al nostro ricorso e partecipa al concorso per diventare Navigator.

Per maggiori informazioni e per aderire al ricorso clicca qui

Per comunicare direttamente con il nostro staff legale invia una mail a info@leonefell.com

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


1 + 8 =