Home Concorsi Poste Italiane, voto minimo di laurea anche per i portalettere

Poste Italiane, voto minimo di laurea anche per i portalettere

9290
0

poste italianePoste Italiane ha bandito un concorso per portalettere prevedendo tra i requisiti di ammissione il voto minimo sia in relazione ai candidati in possesso del diploma di scuola superiore secondaria di secondo grado, pari a 70/100, sia ai candidati in possesso del diploma di laurea anche triennale pari a 102/110.

Tale previsione è illegittima in quanto contrastante con il favor partecipationis e con la normativa sul pubblico impiego ed in particolare con quanto specificamente previsto dalla legge delega n. 124/2015 che, all’art 17, elimina il voto minimo di laurea tra i requisiti individuabili per l’accesso alle selezioni indette dalla Pubblica Amministrazione.

Tale normativa si applica anche alle società per azioni a partecipazione pubblica come Poste Italiane. Invero, come statuito da Giurisprudenza consolidata l’impegno di capitale pubblico sottomette le assunzioni presso tali enti ai principi costituzionali di imparzialità ed economicità, quali specifici del principio del buon andamento, di cui agli artt. 3 e 97 Costituzione e dei quali è espressione nel pubblico impiego l’art. 35 del d.lgs. n. 165 del 30 marzo del 2001.

Molti non hanno potuto procedere alla compilazione delle domande e partecipare alle selezioni proprio per l’illegittima previsione del voto minimo del titolo da possedere per poter partecipare al concorso. Per questo motivo, il nostro studio legale sta predisponendo un’azione legale per consentire anche a chi ha un voto di diploma o di laurea inferiore rispetto a quello richiesto di partecipare comunque alle selezioni.

Per maggiori informazioni, scrivi una mail a info@avvocatoleone.com o compila il form online Raccontaci il tuo caso. 

 

ATTENZIONE! PROCEDURA PER NON PERDERE AGGIORNAMENTI IMPORTANTI DELLA PAGINA FACEBOOK

Facebook ha cambiato il sistema che mostra i contenuti. Serve da parte vostra un piccolo accorgimento, altrimenti vedrete meno contenuti dalla pagina facebook.

Se volete continuare a ricevere i nostri aggiornamenti e sapere sempre per primi cosa sta succedendo, dovrete andare nella pagina Avv. Francesco Leone e dopo aver cliccato su “Pagina seguita” scegliete l’opzione “Mostra per primi”, come vedete nell’immagine qui sotto.

facebookPROCEDURA PER CHI CI SEGUE DA MOBILE. Dopo aver cliccato su “Segui Già” scegliete l’opzione “Mostra per primi”, come vedete nell’immagine qui sotto.

facebook

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


3 + 5 =