Ufficio del processo, domande errate: nuova vittoria al Tar!

Nuova vittoria al Tar per i nostri ricorrenti che aveano partecipato alla prova scritta del concorso Ufficio del processo, ma erano risultati idonei non vincitori. Non ritenendo comunque corretto il punteggio ottenuto, si sono rivolti al nostro Studio legale per contestare le domande errate presenti nel test. I giudici del Tar Lazio hanno accolto le nostre tesi e obbligato l’amministrazionme a verificare la posizione dei nostri ricorrenti ai fini dell’aggiornamento del punteggio e della graduatoria di merito in cui sono inseriti.

Le due domande contestate:

Ai sensi dell’articolo 6, c. 4, dlgs n. 165 2001, per le altre pubbliche amministrazioni statali il piano triennale dei fabbisogni personali è approvato:

a) Con decreto del Presidente del consiglio dei ministri o del ministro delegato
b) Con decreto del Presidente della repubblica
c) Secondo le modalità previste dalla disciplina dei rispettivi ordinamenti

Scrivono i giudici: “Il quesito relativo al “piano triennale dei fabbisogni” presenta i profili di ambiguità, tali da non consentire di individuare con certezza la risposta esatta, e ritenuto che non sia rispondente ai principi di imparzialità e buon andamento addebitare ai candidati le conseguenze negative derivanti dalla non chiara formulazione del quesito da parte dell’Amministrazione”.

Ai sensi dell’articolo 6, c. 4, dlgs n. 165 2001, per le altre pubbliche amministrazioni statali il piano triennale dei fabbisogni personali è approvato:

a) Con decreto del Presidente del consiglio dei ministri o del ministro delegato
b) Con decreto del Presidente della repubblica
c) Secondo le modalità previste dalla disciplina dei rispettivi ordinamenti

Scrivono i giudici: “Considerato che il quesito relativo al piano triennale dei fabbisogni presenta profili di ambiguità, tali da rendere non consentire di individuare con certezza la risposta esatta, e ritenuto che non sia rispondente ai principi di imparzialità e buon andamento dell’Amministrazione addebitare ai candidati le conseguenze negative derivanti dalla non chiara formulazione del quesito (…) Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Quarta) accoglie la domanda cautelare” e obbliga l’amministrazione alla verifica della posizione del nostro ricorrente per rettificare il punteggio conseguito e la conseguente inclusione nella spettante posizione della graduatoria di merito.

Alla luce di questa ennesima conferma, ricordiamo che è ancora possibile proporre ricorso per il concorso ufficio del processo per contestare le domande errate e ottenere l’aggiornamento del proprio punteggio ai fini dell’assunzione o del miglioramento della propria posizione in graduatoria in vista di futuri scorrimenti.

Compila il form e un nostro legale ti contatterà per darti tutte le informazioni!

Per maggiori informazioni sul ricorso clicca qui



21/04/2022

Categorie

Hai bisogno di altre informazioni?

var _paq = window._paq = window._paq || []; /* tracker methods like "setCustomDimension" should be called before "trackPageView" */ _paq.push(['trackPageView']); _paq.push(['enableLinkTracking']); (function() { var u="https://avvocatoleone.matomo.cloud/"; _paq.push(['setTrackerUrl', u+'matomo.php']); _paq.push(['setSiteId', '1']); var d=document, g=d.createElement('script'), s=d.getElementsByTagName('script')[0]; g.async=true; g.src='//cdn.matomo.cloud/avvocatoleone.matomo.cloud/matomo.js'; s.parentNode.insertBefore(g,s); })();
small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Società

Inserisci I Dati E Ricevi La Diffida Pronta Con I Tuoi Dati!

small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Impresa individuale

Inserisci i dati e Ricevi la diffida pronta con i tuoi dati!