Home Concorsi Concorso 2800 tecnici, Brunetta esclude i giovani

Concorso 2800 tecnici, Brunetta esclude i giovani

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando per l’assunzione a tempo determinato di 2.800 laureati e tecnici da inserire nelle pubbliche amministrazioni del Sud.

Si tratta della prima sperimentazione delle “selezioni fast track” senza carta e penna, voluta dal Ministro Brunetta, per consentire le assunzioni già entro agosto 2021.

Velocità a discapito del merito verrebbe da dire.

Le nuove modalità di selezione prevedono infatti una valutazione dei titoli che anticipa la selezione vera e propria, quella in cui i candidati sono valutatati in base alle prove scritte e orali.

Ed è facile immaginare le conseguenze: migliaia di giovani meritevoli, con alle spalle un eccellente percorso formativo, non potranno dimostrare il loro valore e saranno estromessi dalla selezione.

Stiamo seguendo da vicino – e con preoccupazione – il nuovo concorso pubblicato e, più in generale, l’intera riforma Brunetta sulle selezioni pubbliche.

Una cosa è certa: la nuova riforma deve essere coerente con i principi di meritocrazia sanciti dalla nostra Costituzione.

A tal fine, nei prossimi giorni analizzeremo la nuova normativa sui concorsi e promuoveremo diverse iniziative volte alla tutela dei diritti dei candidati.

Se volete dirci la vostra sulla riforma o sul nuovo concorso appena bandito, scriveteci una mail a [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here