Home Concorsi Dirigenti scolastici: vittoria al Tar. Al via il ricorso straordinario

Dirigenti scolastici: vittoria al Tar. Al via il ricorso straordinario

ricorso concorso dirigenti scolasticiIl Tar conferma ancora una volta le nostre tesi e accoglie i nostri ricorsi avverso il concorso per Dirigenti scolastici. Nello specifico, i nostri ricorrenti avevano più di cinque anni di servizio ma non erano docenti di ruolo. Un’esclusione illegittima poiché il Ministero erroneamente non equipara il servizio preruolo e il servizio di ruolo, in spregio alla normativa europea rilevante.

Il nostro staff aveva già ottenuto la prima vittoria, lo scorso 22 dicembre, sempre per i medesimi motivi, contestando cioè all’amministrazione di aver elevato l’immissione in ruolo alla stregua di un requisito indefettibile d’accesso. Tutto ciò in violazione della normativa di settore che richiede l’applicazione del medesimo trattamento ai docenti precari e di ruolo. Per maggiori informazioni leggi qui. 

Forti delle vittorie finora ottenute, il nostro studio ha deciso di avviare un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica per chiedere l’ammissione al concorso per Dirigenti scolastici di tutti quei docenti illegittimamente esclusi dal bando.

Dirigenti scolastici, le categorie escluse

Il corso-concorso è ingiustamente riservato ai soli docenti già di ruolo. Esclusi dalla partecipazione tutti quei docenti precari abilitati, i docenti neoimmessi in ruolo e i docenti di ruolo non ancora confermati.

Tale esclusione risulta essere illegittima. Pertanto, possono presentare ricorso:

  • i docenti precari abilitati,
  • neoimmessi in ruolo,
  • i docenti di ruolo non ancora confermati

che siano in possesso di laurea (magistrale, specialistica o del vecchio ordinamento, oppure di diploma accademico di II livello o diploma accademico di vecchio ordinamento), che abbiano prestato almeno 5 anni di servizio utile (180 giorni di servizio per anno scolastico, prestato anche in modo non continuativo, oppure servizio ininterrotto dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale) con contratti a tempo determinato in scuola statale o paritaria.

Infine, si specifica che, ai fini del computo dei 5 anni di servizio per i ricorrenti, debbano essere tenuti in considerazione anche gli anni di svolgimento del dottorato di ricerca, qualora tale titolo di studio accademico sia già stato conseguito.

Dirigenti scolastici, il ricorso straordinario

Ad oggi è possibile proporre un ricorso straordinario per contestare l’illegittima esclusione.

Coloro che sono stati esclusi dal concorso potranno dunque proporre ricorso, senza aver presentato la domanda di partecipazione, facendo pervenire i moduli di adesione presso lo studio.

Per maggiori informazioni e aderire al ricorso clicca qui

Sarà possibile aderire entro il 20 marzo 2018. Entro tale data, tutta la documentazione dovrà essere consegnata o inviata tramite raccomandata (in originale) allo studio legale.

Per rimanere aggiornato iscriviti al nostro gruppo facebook “Scuola, Precariato e Concorsi”.

Per non perdere le notizie più importanti, clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai, direttamente nella tua casella newsletterdi posta elettronica, notizie sulle nostre campagne legali in corso, informazioni utili su tasse e rimborsibanche e mutuidiritti dei consumatoriscuolasanità, oltre a informazioni dettagliate su bandi e concorsi pubblici, e molto altro ancora. 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


2 + 2 =