Home Ricorso straordinario per ammissione precari o neoimmessi in ruolo

Ricorso straordinario per ammissione precari o neoimmessi in ruolo

200
0

RICORSO

Concorso per DIRIGENTI SCOLASTICI 2017 – Ricorso straordinario per ammissione dei docenti esclusi dal Bando di concorso per dirigenti scolastici

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha pubblicato nella Gazzetta ufficiale n.90 del 24-11-2017 il Bando relativo al Corso-concorso nazionale, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento di dirigenti scolastici presso le istituzioni scolastiche statali.

Il bando prevede, all’art. 6, comma 1, che “Al concorso per l’accesso al corso di formazione dirigenziale può partecipare il personale docente ed educativo delle istituzioni scolastiche ed educative statali assunto con contratto a tempo indeterminato, confermato in ruolo ai sensi della normativa vigente, purché in possesso di diploma di laurea magistrale, specialistica ovvero di laurea conseguita in base al previgente ordinamento di diploma accademico di secondo livello rilasciato dalle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica ovvero di diploma accademico di vecchio ordinamento congiunto con diploma di istituto secondario superiore, che abbia effettivamente reso, nelle istituzioni scolastiche ed educative del sistema nazionale di istruzione, un servizio di almeno cinque anni, ove il servizio di insegnamento, anche se maturato antecedentemente alla stipula del contratto a tempo indeterminato, si intende prestato per un anno intero se ha avuto la durata di almeno centottanta giorni o se sia stato prestato ininterrottamente dal primo febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale”.

Da ciò si evince che sono esclusi dalla partecipazione al Concorso per Dirigenti Scolastici, i docenti neoimmessi in ruolo, i docenti di ruolo che ancora non hanno superato l’anno di prova e i docenti precari abilitati purché in possesso di laurea (magistrale, specialistica o del vecchi ordinamento, oppure di diploma accademico di II livello o diploma accademico di vecchio ordinamento) che hanno prestato almeno 5 anni di servizio utile (ovvero 180 giorni di servizio per anno scolastico prestato anche in modo non continuativo, oppure servizio ininterrotto dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale) con contratti a tempo determinato in scuola statale o paritaria.

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

  • DOCENTI NEOIMMESSI IN RUOLO O DOCENTI DI RUOLO CHE ANCORA NON HANNO SUPERATO L’ANNO DI PROVA
  • DOCENTI PRECARI ABILITATI CHE HANNO PRESTATO 5 ANNI DI SERVIZIO NELLA SCUOLA STATALE O PARITARIA

NORMATIVA E GIURISPRUDENZA

La giurisprudenza si è già pronunciata in passato su casi analoghi e ha stabilito che l’assunzione a tempo indeterminato non è requisito fondamentale per essere ammessi. Il Tar Lazio, con diverse decisioni (Cfr. Sentt. 8086/2013 e 5011/2014) ha confermato l’ammissione di tali candidati al precedente concorso per dirigenti scolastici. In particolare, tali decisioni hanno confermato la validità della tesi dei ricorrenti, che al pari dei soggetti esclusi dal Bando di nuova emissione, avevano rappresentato la negazione da parte dell’Amministrazione di ogni validità ai fini della partecipazione al concorso per il reclutamento di dirigenti scolastici, al servizio d’insegnamento pre-ruolo nelle scuole statali, avrebbe determinato una insanabile antinomia con il principio di non discriminazione di cui alla clausola 4 dell’Accordo quadro sul lavoro a tempo determinato, allegato alla Direttiva del Consiglio dell’Unione Europea 28 giugno 1999/70/CEE.

Inoltre, proprio in riferimento a questo concorso, il nostro studio ha già conseguito diverse vittorie in sede cautelare permettendo ai propri ricorrenti di partecipare al concorso dal quale erano stati esclusi in maniera palesemente illegittima.

AUTORITÀ ADITA

Ricorso al Presidente della Repubblica

TERMINE DI ADESIONE

Il termine ultimo di adesione al ricorso 20/03/2018

TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

  • COLLETTIVO: 200,00 €
  • INDIVIDUALE: 1.500,00 € (OLTRE CONTRIBUTO UNIFICATO)

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Scuola, concorso ordinario da oltre 10mila posti: boom di assunzioni nel...

scuola
Oltre 10mila posti saranno banditi nel settore dell‘istruzione nel 2019. Accanto al concorso straordinario già bandito per la scuola primaria e dell’infanzia  che non prevede posti predeterminati a bando, ma...

Speciale Concorso Scuola Primaria e reinserimento in Gae: diretta quotidiana con...

Ogni pomeriggio, fino a venerdì 16, a partire dalle 16, gli avvocati Francesco Leone e Simona Fell saranno in diretta sulla pagina Facebook Avv. Francesco Leone per rispondere alle vostre domande. Una live chat per...

Diploma Magistrale e inserimento in Gae diplomati magistrale: il CdS rimette...

Concorso docenti
Il Consiglio di Stato smentisce se stesso e rimette in discussione il diritto dei docenti in possesso di diploma magistrale all’inserimento in Gae, negato...

Concorso Docenti Scuola Primaria e dell’Infanzia 2018, al via il ricorso

ricongiungimento familiare
Concorso Docenti Scuola Primaria e dell’Infanzia 2018, pubblicato il bando in Gazzetta Ufficiale. Pubblicato  il bando di Concorso per la Scuola Primaria e dell’Infanzia, riservato ai...

Concorso Docenti Scuola Primaria e dell’Infanzia 2018, al via il ricorso

concorso infanzia e primaria
Pubblicato il decreto ministeriale che anticipa la prossima pubblicazione del bando di Concorso per la Scuola Primaria e dell’Infanzia. Come avevamo già preannunciato, il concorso è...
Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.